Al via la ristrutturazione di WorldCom

Costerà il posto a 16mila dipendenti, il 20% circa dell’intera forza lavoro impiegata nel colosso delle Tlc statunitense

19 giugno 2002 WorldCom in crisi si
appresta alla riorganizzazione, e lo fa preventivando tagli nel capitale per
oltre un miliardo di dollari e una riduzione del personale che potrebbe
coinvolgere oltre 16mila dipendenti, il 20% circa della propria intera forza
lavoro. Per saperne di più occorrerà, però, attendere le prossime settimane,
quando il colosso delle Tlc statunitense presenterà un piano dettagliato sia
delle 'dimensioni' delle riduzioni previste, sia degli asset che verranno
venduti nel tentativo, non solo di rientrare dei debiti, ma di assicurare agli
investitori una liquidità 'sufficiente' ad attivare nuove linee di credito. Nel
mirino, per il momento, sembrano esserci il business connesso alle reti wireless
e alcune strutture che la società possiede Oltreoceano. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome