Home Aziende Adobe Adobe svela sorprendenti innovazioni di AI generativa per foto, video, audio e...

Adobe svela sorprendenti innovazioni di AI generativa per foto, video, audio e 3D

Alla conferenza Adobe MAX, la società di San Jose ha presentato Project Stardust, un nuovo potente motore di editing object-aware che utilizza l’intelligenza artificiale generativa per rivoluzionare l’editing delle immagini.

Inoltre, l’azienda ha svelato una serie di innovazioni ancora in fase di sviluppo, che secondo Adobe porteranno a nuovi entusiasmanti utilizzi dell’intelligenza artificiale generativa e delle tecnologie 3D in diversi ambiti creativi, tra cui fotografia, video, audio, 3D, design e moda.

Le 11 invenzioni sono state presentate durante gli Adobe MAX Sneaks, l’appuntamento annuale in cui ingegneri e ricercatori Adobe offrono un primo sguardo a idee, nuove tecnologie e prototipi, che potranno diventare in futuro parte integrante dei prodotti Adobe.

Project Stardust consente agli utenti di selezionare, modificare e persino eliminare facilmente elementi complessi in qualsiasi immagine, rendendo l’editing delle immagini più intuitivo, accessibile ed efficiente in termini di tempo per qualsiasi utente.

Ad esempio, Project Stardust consente agli utenti di selezionare le persone in una fotografia, spostarle in un punto diverso della composizione e riempire lo sfondo dove si trovavano in precedenza. Gli utenti possono anche cambiare elementi come il colore dei vestiti di una persona o la posizione in cui si trova, trattando le immagini piatte come un file costruito su più livelli.

Gli Sneaks di Adobe, ogni anno, sono un momento imperdibile di MAX e molto amato dai fan, e per una buona ragione: niente è più stimolante di vedere i nostri esperti mostrare tecnologie all’avanguardia che potrebbero in futuro essere integrate a tutti gli effetti nei prodotti Adobe“, ha dichiarato Gavin Miller, vicepresident e fellow Adobe Research. “La nostra passione per i creator è al centro di ogni Sneak e lo showcase di quest’anno mette in evidenza nuovi modi in cui l’intelligenza artificiale generativa e le tecnologie 3D possono potenziare l’espressione creativa, reimmaginando ciò che gli strumenti Adobe rendono possibile“.

Con Adobe Firefly, la famiglia di modelli di AI generativa creativa di Adobe, ora disponibile in commercio, la gamma e la portata delle nuove applicazioni continua a crescere ben oltre la generazione di immagini. Questa classe di Sneak offre potenti esempi di come l’AI generativa possa ripensare i flussi di lavoro legati alla produzione di video, audio, animazioni e motion graphics, dando più spazio ai processi di ideazione e sviluppo creativo e riducendo in modo sensibile i tempi di post-produzione.

Fotografia

  • Project Stardust è il nuovo potente editor object-aware che rivoluziona l’editing delle immagini e che sposta o rimuove magicamente gli oggetti semplicemente facendo clic su di essi.
  • Project See Through è uno strumento basato sull’AI che consente di rimuovere facilmente i riflessi dalle foto. I riflessi del vetro sono un fastidio che tutti conoscono nelle foto, in quanto oscurano il soggetto dell’immagine e spesso la rendono inutilizzabile. Sebbene sia difficile, se non impossibile, rimuovere i riflessi con i software esistenti, See Through semplifica notevolmente il processo.

Audio e Video

  • Project Fast Fill porta per la prima volta la potenza dell’intelligenza artificiale generativa Firefly nei video. Sfruttando la tecnologia Generative Fill – già utilizzata da Adobe Photoshop per facilitare l’aggiunta, la rimozione o l’espansione di contenuti nelle immagini con semplici indicazioni di testo alimentate da Firefly – Project Fast Fill offre un primo sguardo a ciò che l’intelligenza artificiale generativa sollecitata dall’uomo potrebbe consentire di fare all’interno degli strumenti di editing video di Adobe, tra cui Premiere Pro e After Effects.
  • Project Dub Dub Dub automatizza il processo di doppiaggio video, rendendo un processo storicamente dispendioso in termini di manodopera e di costi facile come un clic su un pulsante. Grazie alle funzionalità AI di Project Dub Dub Dub, una registrazione o una traccia audio di un video può essere tradotta automaticamente in tutte le lingue supportate, mantenendo la voce dell’oratore originale, allineata temporalmente con il dialogo originale e pronta per la pubblicazione.
  • Project Scene Change semplifica agli editor video la composizione di un soggetto e di una scena, da due video separati ripresi con traiettorie diverse, in una scena con movimento sincronizzato della telecamera.
  • Project Res Up è uno strumento che converte facilmente i video da bassa ad alta risoluzione utilizzando un’innovativa tecnologia di upsampling basata sulla diffusione.

 3D e Design

  • Project Poseable rappresenta una svolta nei modelli di generazione di immagini basati sull’intelligenza artificiale, afferma Adobe, in quanto consente al generatore di immagini di interagire facilmente con oggetti 3D di grandi dimensioni, comprese le pose di foto di persone reali. Il prototipo è integrato con Project Poseable, che è in grado di creare un rendering 3D da un input di testo, di prendere in considerazione la profondità e la prospettiva e di riallineare l’oggetto. Mentre la creazione di scene 3D con i sistemi scheletrici tradizionali è tecnicamente complessa e richiede molto tempo, Project Poseable offre un’alternativa semplice che consente a chiunque di allargare i propri orizzonti creativi.
  • Project Neo consente ai creator di incorporare forme 3D nei loro progetti 2D, senza richiedere competenze tecniche negli strumenti di creazione 3D. Oggi i creatori di progetti 2D come infografiche, poster o loghi sono spesso limitati nella loro capacità di incorporare elementi 3D a causa della complessità di questi flussi di lavoro, che possono richiedere anni di esperienza. Project Neo consente ai creatori di contenuti di abbracciare un design 3D semplificato all’interno di strumenti e metodi 2D.
  • Project Primrose sfuma il confine tra tecnologia e moda, che trasforma abiti in tele creative attraverso visualizzazioni flessibili di trame e tessuti. Questo abito interattivo può offrire infinite possibilità di stile, visualizzando contenuti creati con Adobe Firefly, After Effects, Stock e Illustrator.
  • Project Glyph Ease rende più accessibile la personalizzazione del lettering, semplificando il noioso processo di progettazione dei glifi, ovvero gli elementi specifici del disegno e della forma di ogni carattere. Partendo da una forma di lettera disegnata a mano, Project Glyph Ease utilizza l’AI per generare automaticamente un’intera serie di glifi che corrispondono allo stile di lettering inserito. Gli utenti possono poi modificare facilmente i glifi generati in Illustrator.
  • Project Draw & Delight offre una suite di strumenti di AI generativa che aiuta chiunque nel proprio percorso di creazione, dalla trasformazione delle idee iniziali – spesso rappresentate da schizzi o bozzetti approssimativi – in bozze più definite, fino alla sperimentazione di palette di colori, variazioni di stile e sfondi diversi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php