Adobe porta la produzione di video sul cloud e aggiorna i software “pro”

adobe

Adobe ha presentato quella che l’azienda ha definito la prima soluzione di collaborazione al mondo basata su cloud per la ripresa di contenuti su set virtuali.

Grazie a una nuova integrazione tra Adobe Camera to Cloud resa possibile da  Frame.io e Mo-Sys, produttore di soluzioni per progettazioni virtuali, i professionisti del settore possono ora vedere i loro effetti visivi prendere vita in Frame.io mentre vengono girati sul set.

Grazie alla partnership con Mo-Sys, Adobe mira a portare l’istantaneità e la velocità tipiche della produzione virtuale a un numero maggiore di professionisti del settore, garantendo così accessibilità a tutti.

Adobe ha presentato inoltre nuove integrazioni che estendono Camera to Cloud a un numero ancora maggiore di videocamere, oltre a nuove versioni dei software video Premiere Pro e After Effects che rendono più rapida e semplice la collaborazione tra i professionisti.

Scott Belsky, Chief Product Officer e EVP di Creative Cloud, ha dichiarato: "Adobe è in prima linea nella fornitura di soluzioni video basate sul cloud che consentono la collaborazione e flussi di lavoro creativi molto più rapidi.

Con Premiere Pro, Frame.io e Camera to Cloud, stiamo collegando l'intero processo di creazione video, dall'acquisizione della telecamera alla consegna del prodotto finale, consentendo agli utenti di collaborare attraverso nuove modalità, da qualsiasi luogo".

Nuove integrazioni Camera to Cloud

Camera to Cloud – sottolinea Adobe – ha dato il via alla transizione dai flussi di lavoro incentrati sulle unità disco a quelli basati su cloud, cambiando radicalmente il modo in cui vengono creati i video ed è già stato utilizzato in oltre 4.200 produzioni.

Con Camera to Cloud, le troupe di produzione tradizionali, i team di post-produzione e i principali stakeholder possono ora avere accesso immediato alle riprese appena effettuate, indipendentemente da dove si trovino.

In questo modo, chi è incaricato di montare un video potrà iniziare i lavori di editing mentre i video vengono ancora girati.

La complessità della produzione virtuale aggiunge tempo e costi al processo di realizzazione dei contenuti: grazie al  rendering NearTime cloud di Mo-Sys in Unreal Engine gli utenti potranno sfruttare tutti i vantaggi della visualizzazione sul set e delle riprese di effetti visivi di alta qualità, senza le costose limitazioni della riproduzione in tempo reale.

Mo-Sys combina, senza soluzione di continuità, le riprese della telecamera con i contenuti virtuali, generando un video composito 4K ad alta fedeltà che lo trasforma in un progetto Frame.io organizzato in sequenza, ottenendo un accesso quasi istantaneo agli effetti visivi per la revisione e la pubblicazione da qualsiasi parte del mondo.

adobe Atomos
Image © Atomos

Le nuove integrazioni con il monitor Zato Connect di Atomos, il trasmettitore Serv Micro di Teradek e l'encoder/decoder Prism Flex di Teradek estendono l'uso di Camera to Cloud a un numero maggiore di telecamere e dispositivi di produzione rispetto al passato.

Questo facilita il lavoro di molti utenti che utilizzano Camera to Cloud, applicazione basata su Frame.io, per trasferire e archiviare in modo sicuro centinaia di migliaia di risorse nel cloud.

Che si tratti di produzioni per film, spettacoli televisivi, spot pubblicitari, video aziendali, eventi dal vivo o contenuti per i social media, tutti i team possono ora iniziare a lavorare insieme e risparmiare tempo, lasciando spazio alla creatività.

Novità per Premiere Pro e After Effects

Adobe ha poi annunciato nuove funzionalità e perfezionamenti del flusso di lavoro di Premiere Pro e After Effects che aiutano i professionisti del settore e gli storyteller a creare contenuti avvincenti in tempi sempre più rapidi.

adobe

Adobe Premiere Pro

  • L’implementazione di strumenti per la gestione dei sottotitoli che consentono di accedere rapidamente ai tool per l’editing e ai layers, nuove opzioni di riempimento per aggiungere texture e grafica all'interno del testo e nuove modalità di esportazione per condividere il testo con il resto del team creativo.
  • Il miglioramento del Ducking Audio modifica la posizione delle dissolvenze generate automaticamente sotto i dialoghi, rendendo più facile far emergere i contenuti rispetto alla musica.
  • GPU-accelerated Unsharp Mask e Posterize Time Filters consentono di risparmiare tempo scaricando il lavoro dalla CPU alla scheda grafica.

Adobe After Effects

  • Le Nuove Etichette di Colori Keyframe consentono agli utenti di trovare rapidamente le parti importanti di un'animazione in base al loro colore.
  • Track Matte Layers (Public Beta) consente agli utenti di scegliere qualsiasi livello come track matte per semplificare il montaggio.
  • Esportazioni rapide con codifica H.264 nativa (Pubic Beta) che utilizzano l'accelerazione hardware per eseguire il rendering di file H.264 direttamente da After Effects.

Leggi tutti i nostri articoli su Adobe

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome