Accelerazione Wan e backup da snapshot storage nella settima di Veeam

In arrivo la release 7 della soluzione di Backup e Replication della società, che prouove il passaggio alla versione Enterprise Plus.

La presentazione della release 7 della sua soluzione di Backup e Replication offre a Veeam l'occasione per fare il punto non solo sull'andamento societario, ma anche sullo scenario di mercato sul quale si muove.

Niente crisi del settimo anno, per l'azienda fondata nel 2006 e attiva con una sua soluzione sul mercato dal febbraio del 2008.
Anzi.
A cinque anni di distanza dal lancio del suo primo prodotto, Veeam non solo racconta una storia fatta di crescita, ma soprattutto si muove in un mercato in pieno sviluppo.
Con una presenza in 29 Paesi nel mondo, oltre 1.000 dipendenti e un fatturato di 175 milioni di dollari nel 2012, in crescita del 62 per cento rispetto all'anno precedente, la società dichiara di proteggere oggi 4 milioni di macchine virtuali, con una presenza molto marcata nell'ambito delle Fortune 500.

La virtualizzazione è l'ambito di mercato nel quale Veeam ha scelto di operare, se pure in questi cinque anni molto sia cambiato dal punto di vista dell'approccio e delle dinamiche.
”Quando siamo nati - racconta Ratmir Timashev, fondatore della società - ci muovevamo prevalentemente sul mercato Smb. Poi qualcosa è cambiato”.
Ciò che è cambiato, nello specifico, è il panorama: la crescita esplosiva dei server virtuali, il fenomeno della data explosion, la disponibilità 24 x 7, la richiesta di Sla sempre più elevati hanno portato la società a guardare a un mercato sempre più ampio con soluzioni sempre più mirate.
”Certo - ironizza ancora Timashev - qualcuno sostiene che non siamo enterprise ready. È vero. Non lo siamo. Non lo siamo se con Enterprise Ready intendiamo costi e complessità. Ma se prendiamo in considerazione gli aspetti fondanti della nostra proposta, noi siamo l'iPhone, laddove i nostri competitor sono il telefono a disco”.

Con la nuove relase della sua soluzione, dunque, Veeam dà una risposta alle sfide della data protection: velocità nelle attività di Backup e Recovery e contenimento della spesa.
Oltre a una cinquantina di funzionalità aggiuntive rispetto alla precedente versione, la nuova relase integra infatti accelerazione WAN e backup da snapshot storage.
Questo significa, ad esempio, che grazie all'accelerazione WAN integrata i dati possono essere copiati su su location remote con velocità fino a 50 volte superiori, evitando così di ricorrere a un dispositivo di accelerazione WAN generico o di dover richiedere maggiore larghezza di banda di rete.
Per quanto riguarda invece VMware Backup from Storage Snapshots, si tratta di una caratteristica sviluppata in collaborazione con HP per StoreVirtual VSA, StoreVirtual (LeftHand, P4000) e StoreServ (3PAR) con l'obiettivo di migliorare sensibilmente il Recovery Point Objective del backup VMware e ridurre nel contempo l'impatto delle attività di backup sull'ambiente di produzione.

In concomitanza con il lancio della nuova release, la cui commercializzazione prende il via dal prossimo mese di luglio, la società annuncia alcune novità e opportunità dal punto di vista del pricing.
Chi dovesse decidere per l'upgrade in queste settimane che precedono il lancio, potrà passare senza costi aggiuntivi alla versione Enterprise Edition Plus, con un risparmio significativo in termini economici: il nuovo pricing, infatti, prevede un costo di 620 euro per la versione Standard di Veeam Backuo & Replication, 1.000 euro per la versione Enterprise e 1600 per Enterprise Edition finora assente dal listino.

La commercializzazione delle nuove soluzioni passerà come è nelle policy aziendali interamente dal canale.
”La validità della strategia di canale implementata in questi tre anni che l'azienda è presente in Italia - spiega Fabio Alghisi  (nella foto), sales manager della filiale italiana, - si evince proprio dai risultati, visto che lavorando esclusivamente con il canale abbiamo registrato una crescita superiore a tutti gli altri Paesi”.
Secondo Alghisi, la buona relazione che si è instaurata in questi anni tra Veeam e i suoi partner dipende non semplicemente dalla bontà della marginalità: ”Le nostre soluzioni hanno funzionalità molto apprezzate dagli utenti finali e questo aspetto, unito alla affidabilità dei prodotti, ha un valore molto importanti nel processo di scelta da parte del partner”.
Il programma di canale è stato rivisitato lo scorso mese di febbraio, introducendo nuovi corsi di certificazione gratuita online.
”Non abbiamo stravolto il programma, semplicemente abbiamo introdotto alcune specifiche per quanto riguarda la definizione dei partner Gold e Silver, migliorato le condizioni di deal registration e garantito rebate più alti in base alla tipologia di vendita o qualora il rivenditore ci porti verso clienti nuovi”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here