Sun ravviva l’offerta per i Web services

La nuova versione di iPlanet Application Server dovrebbe servire a dare nuovo smalto all’offerta del costruttore in un settore dov’è costretta a inseguire.

Nel tentativo di recuperare terreno rispetto a due rivali come Bea Systems e Ibm, Sun Microsystems interviene su un elemento fondamentale della propri offerta con l'atteso aggiornamento di iPlanet, la piattaforma di application server utilizzata da molti siti Web. La nuova versione del prodotto include una serie di strumenti che dovrebbero facilitare la creazione di applicazioni basate su Internet in linguaggio Java. In un mercato valutato 2,25 miliardi di dollari lo scorso anno, Sun è finita al terzo posto dietro ai leader di settore Bea (36% di quota mercato) e Ibm (34%). Sun detiene appena il 7% del mercato ed è seguita al quarto posto da Oracle (5%) e al quinto da Hewlett-Packard e Sybase (4%). Nelle intenzioni di Sun è prevista l'uscita di diverse novità e aggiornamenti entro i prossimi tre mesi in una fase di rilancio delle attività software che ha fatto seguito la decisione di rientrare nel pieno controllo della piattaforma iPlanet dopo la chiusura della partnership con America Online. iPlanet, nato nel 1998 con il nome di Sun-Netscape Alliance, arriva così alla versione 6.5, con diverse componenti aggiuntive e le istruzioni necessarie per mettere a punto i servizi “Web based”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here