Sirmi: tornano a crescere i pc sul mercato italiano

Cuddling with multiple devicesÈ finalmente un trend di ripresa quello registrato sul mercato italiano da Sirmi nel segmento dei pc client, che rappresenta il 20% dell’intero comparto It.
Sebbene l’analisi riferita al quarto trimestre dello scorso anno abbia evidenziato un calo dell’1,7%, rispetto agli ultimi tre mesi dell’esercizio 2013, i volumi complessivamente movimentati nel corso del 2014 sono, infatti, aumentati dell’1,5 per cento.

Di altrettanto positivo, nei 12 mesi presi a riferimento, figura, poi, il dato secondo cui tutte le tipologie di pc, fatta eccezione per i tablet, sono tornate a crescere sia in termini di volume, sia di fatturato.

Sempre secondo Sirmi, pur continuando a essere preferito al notebook dal mondo consumer, il tablet ha ormai raggiunto il livello di saturazione del mercato. Lo conferma il decremento dell’8,8% riportato dal segmento nell’ultimo trimestre del 2014, lo suggella la perdita di dieci punti percentuali e mezzo lasciati sul terreno a fine anno rispetto al 2013.
A decrescere, ribadisce la società di ricerca italiana, sono soprattutto i prodotti che si collocano nella fascia di prezzo più elevata, mentre quelli di fascia bassa continuano a trovare spazio nel mercato.
Da qui la previsione secondo cui, per Sirmi, nel corso del 2015 assisteremo, in primis nel mondo business per l’entità dell’investimento economico richiesto, a un progressivo aumento della domanda dei cosiddetti prodotti “ibridi, nei quali convergono funzionalità e applicazioni tipiche di tablet e notebook.

Passando ai desktop, il trend positivo registrato da Sirmi nell’ordine dello 0,7% e del 13,8% in termini di unità vendute, rispettivamente nel Q4 2014 e nell’intero anno, sono da imputare al segmento consumer, visto che quello professionale ha chiuso l’anno con un decremento del 2,7 per cento.

Esattamente l’opposto di quanto accaduto nel comparto dei notebook, dove l’incremento del 5,9 e del 13,4% riportato nei volumi delle vendite, rispettivamente negli ultimi tre mesi dell’anno e nell’intero 2014, sono afferibili al mercato professionale. Proprio i notebook di fascia alta hanno, infatti, registrato un’eclatante crescita del 19,4% nell’ultimo trimestre e del 18,1% anno su anno.

Sempre secondo Sirmi, il risultato positivo sarebbe soprattutto merito dei brand Hp e Lenovo, sul mercato della media-grande utenza, a conferma di come il comparto dei notebook professionali si starebbe sempre più consolidando superando, grazie ai risultati registrati anche da Acer, Asus e Dell, complessivamente l’80% del mercato.

Degna di sottolineatura è, infine, la crescita riportata da Sirmi nel mercato dei pc workstation che, nel corso del 2014, con 53.285 unità consegnate ha visto un incremento del numero delle vendite aventi per oggetto dispositivi mobili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here