Semestre al rialzo per Olympus grazie alle fotocamere digitali

Per il vendor nipponico il periodo aprile-settembre si è chiuso con vendite in crescita del 4,8%, rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente, e profitti netti pari a 13,39 miliardi di yen

18 novembre 2002 Tira il mercato delle fotocamere digitali, e con esso il primo semestre dell'esercizio fiscale in corso di Olympus, che ha riportato una decisa crescita nei profitti, rispetto al medesimo periodo dell'esercizio precedente. Fra aprile e settembre, il produttore giapponese avrebbe, infatti, totalizzato vendite per 259,87 miliardi di yen, il 4,8% in più rispetto a un anno fa, e profitti netti per 13,39 miliardi di yen, o 50,66 yen per azione. E ora, per l'intero esercizio fiscale - che terminerà a marzo 2003 -, il Gruppo stima vendite in crescita del 7,9%, fino a quota 570 miliardi di yen. Intanto, entro il prossimo gennaio l'azienda renderà noti i dettagli della ristrutturazione che intende attuare nel segmento delle fotocamere digitali. A quanto pare, alcune operation potrebbero essere spostate in Cina, a fronte di una serie di problemi legati alla gestione di magazzino che - a dispetto della rapida crescita nelle vendite e la forte posizione di mercato - in passato hanno portato in rosso la divisione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here