Roma caput Makers

I Leonardo del XXI secolo mostreranno al grande pubblico le nuove tecnologie, insieme a quelle tradizionali, in modo ludico. Appuntamento nella Capitale dal 3 al 6 ottobre.

Dal 3 al 6 ottobre il Palacongressi di Roma ospiterà un evento eccezionale, la Maker Faire Rome, destinato a tutti coloro che vogliano vedere dal vivo cosa c'è di rivoluzionario nella tecnologia non solo di Internet. L'evento internazionale farà della Capitale il centro mondiale dei Makers, i nuovi artigiani digitali che sviluppano prodotti e servizi nel mondo reale degli oggetti grazie all'evoluzione fisica di Internet e degli strumenti di taglio e modellazione.
Al centro delle nuove tecnologie artigiane c'è la modellazione tridimensionale di oggetti tradizionali o programmabili. Oggi parti ed assemblati possono essere prodotti in casa grazie a strumenti di taglio (a lama o laser), stampanti di oggetti, sensori d'ogni tipo e schede hardware programmabili con facilità.
Si tratta d'un mondo, quello della prototipazione rapida, che pur avendo predecessori illustri -da Samuel Morse a John Von Neumann-, nel mondo digitale esiste da circa venticinque anni. La decadenza dei primi brevetti e la comunicazione in rete stanno spingendo la disponibilità di soluzioni per settori di applicazione molto più ampia.
In quest'ottica Asset Camera e Tecnopolo, grazie alla collaborazione di Massimo Banzi e Riccardo Luna e con l'aiuto degli sponsor Intel ed Unidata, Atmel ed Innovazione Campania, ha organizzato proprio a Roma la prima Maker Faire Europea sul suolo continentale.
La quantità di lavoro messo in campo per sviluppare questo evento è stata eccezionale ed ha coinvolto una serie di operazioni di coinvolgimento su scala nazionale ed europea, in un'azione organizzativa durata svariati mesi.
Anche grazie ad Intel, Roma diventerà la nuova capitale europea del movimento maker. Per la prima volta sarà in Europa il nuovo Ceo di Intel, Brian Krzanich (nella foto), che “racconterà come Intel nella sua storia abbia supportato la community dei maker, e come continuerà a farlo anche con future collaborazioni e prodotti“ specifici, ha precisato Carlo Parmeggiani, Direttore Public Sector Intel Sud Europa.
Siamo lieti di essere sponsor tecnici di un'iniziativa così rilevante, ha dichiarato a sua volta Renato Brunetti, Presidente di Unidata; “forniremo 1G di connettività in fibra più la copertura wifi del Palacongressi”, un'operazione che Unidata ha già risolto per altre manifestazioni nella stessa location. Nell'occasione l'azienda romana lancerà Unicloud Incubator, ospitando gratuitamente sulla sua piattaforma le soluzioni Saas più originali ed interessanti.


Quattro giorni di stupore

La manifestazione si articola su ben quattro giornate, dal 3 al 6 ottobre. Il 3 ottobre si terrà la conferenza “How to remake the world”, che verrà mandata in streaming su Makerfairerome.eu e sulle web tv e sui media digitali mappati dal network di Altratv. La trasmissione sarà tradotta in Lis (lingua dei segni italiana) per permetterne la visione anche ai non udenti.
Il 4 ottobre sarà invece interamente dedicato alle scuole. In apertura Massimo Banzi, cofondatore di Arduino e Cesare Cacitti, il quattordicenne che insegna a costruire una stampante 3D. Poi rappresentanti delle start up europee – tra cui le italiane Sem+ e Tensive – finaliste della Intel Global Challenge, una competizione internazionale per business plan che si terrà in California l’8 e il 9 ottobre.
Oltre a poter visitare gli stand interagendo con i makers, le scolaresche potranno partecipare a numerosi workshop ed educational organizzati dai partner della Fiera tra i quali la Fondazione Mondo Digitale, DiScienza, FabLab Italiani e internazionali e Twenty Tree. Gli Educational spazieranno dalla robotica all’uso delle stampanti 3D, dalla tecnologia applicata all’economia green.
Nel pomeriggio, invece, si terrà l’incontro: “The Business of Making – TechGarage”, tappa conclusiva del Barcamper Makers Tour che ha attraversato l'Europa e l'Italia alla ricerca di idee imprenditoriali innovative nel settore dei Makers. Sul palco della Makers Faire i migliori 10 progetti d’impresa selezionati presenteranno la propria idea di fronte ad esperti, imprenditori, venture capitalist, giornalisti di settore, blogger, rappresentanti istituzionali e docenti universitari. Tutte realtà ad alto tasso di energia, innovazione e creatività, con testimonianze di Dale Dougherty (The Business of Making), Stefano Micelli (Futuro Artigiano) e Mathilde Berchon (How to build a maker startup). Anche per questo appuntamento ci sarà lo streaming Makerfairerome.eu, su Altratv.tv.
Le porte della Maker Faire saranno finalmente aperte al pubblico nei giorni di sabato 5 e domenica 6 con gli oltre duecento stand di progetti realizzati da maker italiani e stranieri più alcune decine di sviluppi già realizzati (Offgridbox, Belluzzi Gooble bike, Ono il robot e molti altri.
E' un'eccezionale occasione di vedere da vicino strumenti, realizzazioni e realizzatori della nuova ondata di creatività digitale, per capire davvero come l'evoluzione sia passata dalle app per smartphone agli oggetti di tutti giorni e a quelli del futuro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here