Red Hat la finisce con le distribuzioni

La società dichiara la fine del supporto delle proprie versioni client e si dedica al mercato enterprise.

4 novembre 2003

Red Hat ha ufficializzato la dismissione della linea di prodotti Red Hat Linux. Il che significa che non farà più sviluppi tecnologici e rilasci e, gradatamente nel tempo non supporterà più la tradizionale e semplice distribuzione.


Lo strumento che ha caratterizzato l'affermazione sul mercato della società del North Carolina va dunque in soffitta, perché non è più in linea con le strategie, ormai votate anima e corpo al mercato aziendale.


Red Hat ha informato di ciò gli utenti del proprio network unendo anche un invito a valutare le soluzioni alternative, cioè il passaggio diretto a quelle enterprise.


Adesso, quindi, per gli utenti è il momento di fare il salto che la società stessa aveva preannunciato mesi fa. Il supporto delle distribuzioni Red Hat Linux 7.1, 7.2, 7.3 e 8 cesserà entro la fine dell'anno, mentre quello per la versione 9 terminerà alla fine del prossimo mese di aprile.


Red Hat Enterprise Linux 3, quindi, attende tanti nuovi utenti, anche in virtù dello "scivolo" preparato dal management di Raleigh: chi acquisterà licenze Workstation o Server Basic entro febbraio 2004, avrà un anno di licenza in omaggio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here