Più produttivi con le tecnologie “wearable”

Sono oltre 6 su 10 i lavoratori americani che, interpellati dalla società di ricerca Kelton per conto di Cornerstone OnDemand, all'interno di State of Workplace 2014, sostengono che il sovraccarico di lavoro è l’ostacolo principale alla produttività.

Di ben 14 punti percentuali superiore ai risultati dell’indagine online condotta lo scorso anno, il 68% dei 2.009 lavoratori a tempo pieno coinvolti afferma di essere afflitto da un eccessivo carico di lavoro evidenziando, nel 52% dei casi, un peggioramento negli ultimi 12 mesi proprio nel rapporto tra il tempo necessario per completare i compiti giornalieri e le ore di lavoro disponibili al giorno.

Il risultato è l’amplificarsi del paradosso che caratterizza il lavoro nell’epoca dell’iperconnessione, con oltre un quarto degli intervistati consapevole di non riuscire a staccare dal lavoro nemmeno quando è in vacanza, con il risultato che più si lavora, meno si è produttivi.

Da qui il suggerimento del fornitore di applicazioni cloud per il talent management di esaminare con attenzione le modalità lavorative dei propri dipendenti, i luoghi di lavoro e il loro rapporto con le tecnologie e gli strumenti a disposizione.
Secondo Cornerstone OnDemand, infatti, orari di lavoro flessibili, ambienti lavorativi in grado di ridurre la dispersione favorendo la concentrazione e l’utilizzo di tecnologie indossabili possono rappresentare la giusta via per risolvere il problema della produttività, senza contare che l’adozione di politiche, risorse e cultura del lavoro innovative sono l’ottimale per attrarre e trattenere i talenti.

Attraverso tecnologie cloud e mobile, utili a intrecciare spazi di lavoro fisici e virtuali in modi che incoraggiano la collaborazione e la connettività, promuovendo una migliore gestione del tempo e, con essa, della produttività.

Convinti, nel 72% dei casi, che la tecnologia indossabile sul posto di lavoro finirà per diventare standard, il 66% del campione intervistato, ossia il 7% in più rispetto allo scorso anno, si dice disposto a utilizzare questo genere di strumenti, se davvero utili a svolgere al meglio il proprio lavoro.

Il 76% dei lavoratori intervistati si è, infine, dichiarato favorevole a utilizzare dispositivi indossabili per tracciare performance e produttività in cambio di una serie di benefit, tra cui orari di lavoro flessibili, modalità di lavoro da remoto, riduzione delle ore lavorative.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome