Firma digitale: W3c dice sì allo standard Xml

Il consorzio posto a tutela delle attività che si svolgono sulla Rete ha pubblicato un documento, realizzato in collaborazione con una Internet Engineering Task Force, a favore dell’adozione dello standard Xml per la firma digitale

Il World Wide Consortium (W3c) ha pubblicato un
documento a favore dell'adozione del linguaggio basato su standard Xml per la
firma digitale su Internet. Tra gli intenti della pubblicazione, frutto di una
collaborazione del consorzio con una Internet Engineering Task Force, quello di
fornire un contributo concreto all'interoperabilità di soggetti diversi sul Web.

In questo modo, gli utenti potranno essere certi dell'identità del soggetto
che ha apposto la firma a un qualsiasi documento online e dell'integrità delle
informazioni in questione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here