F8, Facebook tra roadmap decennale, 3D e nuovi servizi

Se i chatbot per Messenger sono stati l’elemento più dirompente del keynote inaugurale di F8, la convention in corso a San Francisco dedicata a tutti gli sviluppatori dell’ecosistema Facebook, sono sicuramente molte e interessanti le altre frecce che Mark Zuckerberg e la sua squadra hanno al proprio arco.
A partire dalla roadmap, annunciata proprio da Zuckerberg e che basta ad aprire interessanti prospettive future.
Una roadmap da qui a 10 anni, dichiara Zuckerberg, precisando che “Facebook sta costruendo le tecnologie che consentiranno a chiunque di condividere qualunque cosa desideri con chiunque altro”.
E così, come ben si evince dallo schema, nei prossimi tre anni il focus resta sull’ecosistema Facebook, per poi estendersi, nel giro di un quinquennio, verso il video, la ricerca – sì, si parla di ricerca – i gruppi e i servizi come WhatsApp, Messenger e Instagram.
A dieci anni la visione è ancora più ambiziosa: si parla di intelligenza artificiale, realtà virtuale, realtà aumentata, connettività, abilitata anche da droni.
Ma se tutto questo è il futuro, c’è un presente da promuovere e novità da lanciare.
Di Bots for Messenger abbiamo parlato in un precedente articolo, ma le novità riguardano più in generale tutto il fronte delle proposte Facebook.

Live is the new normal

A partire da Facebook Live. In considerazione della popolarità raggiunta da Facebook Live, la società ha annunciato l’apertura delle API, così da consentire agli sviluppatori di esplorare nuove modalità per consentire alle persone e al mondo dell’editoria di condividere in tempo reale i loro contenuti su Facebook.
I primi partner sono già a bordo (qui l’elenco) e tra loro troviamo nomi come Livestream, con la sua videocamera Mevo, BuzzFeed, e DJI, che produce droni.

Il 3D diventa open source

Interessante, poi, l’annuncio relativo a Facebook Surround 360. Qui si parla di commistione tra hardware e software: si tratta di un sistema di videocamere 3D-360 che garantisce riprese in 3D a 360 gradi, unendo le immagini riprese da 17 telecamere e di fatto riducendo i tempi e i costi di post produzione. Il progetto definitivo verrà rilasciato nel corso dell’estate su GitHub; si tratta in ogni caso di un progetto open source. Per quanto riguarda poi i visori, nessun limite: oggi il mercato ha un’ampia gamma di offerte e sarà l’utente a scegliere a quale dispositivo affidarsi, a partire dalle cardboard più semplici.

Nuovo è anche Profile Expression Kit, che consente di utilizzare i video nei profili degli utenti. In questo momento il supporto è per sei App: Boomerang by Instagram, Lollicam, BeautyPlus, Cinemagraph Pro by Flixel, Lollicam, MSQRD e Vine.

Nuove opportunità con Account Kit

Altre novità riguardano poi gli insights e analytics, mentre il nuovo Save Button consente di salvare articoli, prodotti, video e altri contenuti che trovano di loro interesse per una successiva lettura.
Nuovo è Quote Sharing, che rende più semplice l’azione di condivisione di frasi e citazioni, mentre l’ultima e ancora importante novità è Account Kit, che consente il log in con il loro numero di telefono o con il solo indirizzo email, ampliando dunque l’audience raggiungibile dagli sviluppatori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here