Cisco supera le aspettative, per un cent

Risultati positivi nel primo trimestre d’esercizio, anche se per il Ceo Chambers i prossimi mesi non si prospettano ancora rosei

7 novembre 2002 Nel primo trimestre del nuovo
esercizio fiscale, Cisco Systems ha registrato un utile
netto di 618 milioni di dollari
, 8 cent ad azione, in netto recupero
rispetto alla perdita di 268 milioni di dollari registrata nel pari periodo
dell'anno precedente. Se si escludono oneri straordinari, il risultato è invece
pari a 1 miliardo di dollari, 14 cent ad azione, superiore di
un cent, per l'appunto, ai 13 cent ad azione previsti dagli analisti di Thomson
First Call.


Nel periodo il fatturato è cresciuto del 9%, attestandosi a
4,8 miliardi di dollari
, rispetto ai 4,4 dello scorso anno.
Analizzando l'andamento del periodo, Cisco sottolinea come
da parte dei clienti enterprise, che pesano per l'80% sulla
composizione del suo fatturato, ci sia una causa ripresa nella spesa, mentre sul
fronte Tlc, dalle quali deriva il restante 20% degli introiti,
si sia ancora in una fase di rallentamento.


Nel commentare i risultati, il Ceo della società John
Chambers
, pur riconoscendo i benefici effetti della politica di
ristrutturazione intrapresa, tiene a precisare che l'immediato futuro non può
definirsi roseo. Soprattutto, Chambers sottolinea come i risultati ottenuti, più
che attribuibili a una ripresa degli investimenti, che rimangono come già detto
molto cauti, derivino con tutta probabilità da un recupero di share perse dai
concorrenti che versano in maggiori difficoltà.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here