Asia ed Europa spingono Dell

Il primo trimestre dell’esercizio fiscale si chiude con incrementi superiori al 20% tanto per le vendite tanto per gli utili.

14 maggio 2004 Il buon andamento delle
attività sui mercato internazionali spinge verso l'alto gli utili di
Dell nel suo primo trimestre di esercizio, portando la società a superare le previsioni rilasciate dagli analisti di Wall Street.
Più in dettaglio, nel periodo chiuso il 30 aprile scorso,
la società ha registrato un utile netto di 731 milioni di
dollari

, pari a 28 centesimi ad azione, in crescita del 22% rispetto ai 598 milioni di dollari del pari periodo dell'anno precedente.
Le vendite hanno a loro volta registrato
un incremento del 21%, passando da 9,5 a 11,5 miliardi
di dollari

.
Il buon andamento del periodo è guidato da un sensibile incremento nei volumi di vendita. Si parla infatti di una crescita del 25%, con picchi record, vicini al 40%, nei Paesi della regione dell'Asia-Pacifico.
Ma particolarmente positivi sono stati anche i risultati messi a segno in Europa, Medio Oriente e Africa, nei quali si registra anche un +37%.
Negli Stati Uniti le vendite sono cresciute del 18%, in questo caso spinte dalla domanda da parte delle piccole e medie imprese e del mercato consumer.
E l'obiettivo di Dell è quello di continuare anche nel secondo trimestre d'esercizio con crescite superiori al 20%. La società parla infatti di una crescita del 20% sul fatturato, che potrebbe raggiungere gli 11,7 miliardi di dollari, e utili nell'ordine dei 29 centesimi ad azione, in questo caso in crescita del 21%.
Un'analisi di dettaglio
sull'andamento della trimestrale mostra un risultato particolarmente positivo
nel business delle stampanti
. Negli Stati Uniti la società è riuscita a guadagnarsi una share pari al 10% del mercato nel segmento delle ink-jet e si colloca tra i primi dieci fornitori nell'area delle all-in-one.
Confortata da questi risultati, Dell ha confermato l'intenzione di introdurre nuovi modelli già nelle prossime settimane.
Bene anche il business dei server, che ha registrato una
crescita del 24%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here