Yahoo dice no a Microsoft

Dopo le voci dei giorni scorsi, il rifiuto ufficiale di Yahoo. Cedere quote, anche a Microsoft, non sarebbe sensato.

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, che davano per avanzato lo stato
dei colloqui tra Microsoft e Yahoo, con l'obiettivo di una Santa Alleanza nel
nome del Web e contro Google, arriva il no definitivo di Yahoo.
Che non smentisce, dunque, i colloqui in corso, ma comunica in modo ufficiale di aver rifiutato un'offerta da parte di Microsoft, disposta ad acquistare una quota di partecipazione nel suo capitale.

Testualmente, stando alle
dichiarazioni pubblicate nei giorni scorsi su Financial Times, Terry Semel,
presidente e chief executive officer di Yahoo, ha sostenuto di non avere alcuna
intenzione di cedere anche il più piccolo pezzo della società.


Anche solo l'ipotesi è priva di senso: “Sarebbe come
vendere il braccio destro mantenendo il sinistro”

, sono state le testuali parole.
Per altro, ha proseguito Semel, non è proprio
detto che il modello di business sul Web sia destinato a rimanere quello
attuale. Le dinamiche, sostiene, potrebbero cambiare e con esse il peso delle
attività di web search.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here