Websense: la sicurezza nella nuvola

La società annuncia i nuovi Hosted Email Security e Hosted Web Security.

Con l'annuncio di Hosted Email Security e Hosted Web Security, Websense lancia nuovi servizi di sicurezza on-demand, coniugando una nuova versione del suo database di Url con la rete Websense ThreatSeeker.
In sostanza, quando si cerca di inviare un link pericoloso con una email, il servizio Websense Hosted Email Security provvede a ripulire il messaggio “in the cloud”, ovvero prima che esso raggiunga il destinatario, e a impedire l'accesso al sito pericoloso qualora l'utente tenti ugualmente di aprirlo.

Di semplice implementazione, grazie a una nuova interfaccia utente e all'integrazione del single sing on, la Hosted Security di Websense offre nuove funzioni di gestione della quarantena, che facilitano sia la visualizzazione delle email bloccate, sia le azioni di rilascio dei messaggi, sia quelle di assegnazione di mittenti a blacklist o whitelist.

Agli utenti del suo Hosted Email Security Websense garantisce un service level agreement del 99% per l'identificazione dello spam, grazie all'intervento di Threatseeker. Inoltre, l'approccio “in the cloud” consente alle imprese un “alleggerimento” in termini di investimenti in hardware, ampiezza di banda, storage, supporto e tempo dedicato all'amministrazione dei sistemi. Lo SLA per la disponibilità del servizio è garantito al 99,999%, mentre arriva al 100% per la protezione dai virus conosciuti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome