Wearable: a Reply piace Sensoria

La creatura di Davide Viganò raccoglie consensi Oltreoceano e ora anche da noi. Rizzante ci punta 5 milioni.

Reply ha siglato una lettera di intenti per rilevare il 20% del capitale di Sensoria, società di Redmond di cui Davide Viganò è co-fondatore (insieme a Maurizio Macagno e Mario Esposito) e ceo, attiva nei settori della tecnologia indossabile e dell’Internet degli Oggetti.

L’investimento è di 5 milioni di dollari, ed è consonante con la strategia di sviluppo di Reply legata all’Internet degli Oggetti.

Sin da quando si chiamava Heapsylon (Sensoria è il nuovo nome) la società lavora per far diventare i tessuti il punto di contatto tra l’internet degli oggetti e l’internet delle persone, creando nuovi computer indossabili.

Sensoria si è messa in luce con la proposta di calzini sportivi intelligenti, che hanno fatto il giro d'America e hanno raccolto finanziamenti.

Per Viganò gli indumenti intelligenti possono aiutare atleti, appassionati di sport e fitness, a migliorare le proprie prestazioni e monitorare il proprio stato di salute in tempo reale.
E il finanziamento da parte di Reply servirà a Sensoria per accelerare il suo percorso di innovazione tecnologica.

Dopo il rilascio del proprio Developer Kit, rivolto agli sviluppatori di soluzioni wearable, Sensoria continuerà ad affiancare aziende di vari settori per creare esperienze di utilizzo abilitate e attivate da parametri biometrici.

Per Presidente di Reply Mario Rizzante, l'IoT è alla base della prossima rivoluzione tecnologica e l'investimento in Sensoriaè consonante con la strategia di sviluppo della sua società nel settore.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here