Home Apps Wave, la contabilità in cloud anche per piccole aziende

Wave, la contabilità in cloud anche per piccole aziende

Le 30 applicazioni essenziali

Orientarsi nel mare di app non è un’impresa facile. A volte addirittura così laboriosa da indurre a rinunciare anche quando si parla di un’esigenza di lavoro. Eppure, a differenza di quelle per giocare o per il tempo libero, trovare le soluzioni giuste per la propria aziende è un’operazione ormai imprescindibile per garantire la flessibilità e la reattività dettate dagli scenari attuali. Per questo, abbiamo pensato di passare in rassegna i cataloghi di app alla ricerca di trenta tra le quali trovare l’indispensabile per la propria azienda.

Incombenza non necessariamente piacevole per qualsiasi attività commerciale di ogni ordine e grado, la contabilità è tra i settori ad aver colto i maggiori benefici dall’automazione e dalla digitalizzazione.

Per le aziende più piccole in particolare, Wave offre un’alternativa pratica e con tutti i benefici del cloud, per avere sempre sotto controllo la propria situazione finanziaria, considerando anche eventuali collaboratori occasionali.

Una sorta di gestionale in piccolo dove registrare la partita doppia senza doversi appoggiare in ogni momento a una figura specializzata, con una buona libertà di azione. Wave infatti è multipiattaforma, si può accedere da diversi dispositivi contando sulle garanzie di sincronizzazione del cloud.

Fatture a porta di click

Il sistema inoltre copre anche le esigenze ordinarie di fatturazione, eventuale scansione di ricevute e pagamenti di eventuali collaboratori.

Nella versione gratuita si trovano funzioni di base, comunque già utili al libero professionista, come a piccole aziende. Il controllo di entrate e uscite non è infatti gestito solo dal punto di vista contabile. Una serie di grafici permette di avere sempre sotto controllo la situazione finanziaria, dal saldo fino alle fatture da riscuotere.

In più, accesso libero anche al modulo di fatturazione. Dalla compilazione senza preoccuparsi di impostare una grafica personalizzata, appoggiandosi a una serie di modelli, fino al controllo dei pagamenti, compresa la gestione di quelli ricorrenti o da effettuare in automatico, senza dover ogni volta impartire la disposizione.

Wave si prende a cuore i pagamenti

L’obiettivo Wave è di aiutare un’attività a crescere a cercare di più anche in un piccolo gestionale. Arrivare cioè a sentire il bisogno di spingersi oltre e passare quindi ai servizi a pagamento.

In particolare, per intervenire con maggiore libertà di personalizzazione sulla grafica, o per aggiungere nuove funzionalità. In particolare, quelle sempre più attuale per gestire transazioni con carte di credito.

Per chi infine vuole anche solo mettere alla prova Wave, sono disponibili diversi modelli per fatturazioni. Unica nota, sono predisposti in inglese e quindi con i conteggi in dollari. Per chi ha un minimo di conoscenza con Excel, niente che non si possa adattare rapidamente alle proprie esigenze.

La tariffa a pagamento è calcolata a consumo sulle singole transazioni con carta di credito. La commissione richiesta per i paesi europei è di 0,25 euro fissi ai quali aggiungere l’1,4% del valore dell’operazione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php