Home Cloud Vmware aggiorna ed espande vRealize Cloud Management

Vmware aggiorna ed espande vRealize Cloud Management

VMware ha annunciato numerose novità per il portfolio VMware vRealize Cloud Management on-premises e software as a service (SaaS).
Le nuove e migliorate funzionalità di prodotto si combinano per abilitare ulteriormente i clienti a distribuire e gestire in modo coerente i servizi per applicazioni, infrastrutture e piattaforme, dal data center al cloud fino all’edge.

VMware vRealize Cloud Management offre funzionalità per l’automazione delle moderne infrastrutture a supporto dei principi DevOps e delle self-driving operations. Disponibile sia on-premises sia come SaaS, VMware vRealize fornisce ai clienti l’agilità e l’efficienza dell’infrastruttura cloud su scala, sfruttando l’intelligenza artificiale, il machine learning e i principi DevOps come l’Infrastructure as Code (IaC) e GitOps per fornire, orchestrare, ottimizzare e governare ambienti ibridi e multi-cloud.

VMware vRealize Operations offre self-driving operations dalle app alle infrastrutture per ottimizzare, pianificare e scalare cloud privati, ibridi e pubblici multipli. Alimentata dall’Intelligenza Artificiale e dall’analisi predittiva, offre prestazioni continue, ottimizzazione di capacità e costi, pianificazione proattiva, risanamento intelligente e conformità integrata. VMware vRealize Operations 8.2 e VMware vRealize Operations Cloud comprenderanno operations su Kubernetes: Il nuovo e migliorato supporto per Kubernetes attraverso l’integrazione con VMware Tanzu Kubernetes Grid e Red Hat OpenShift consentirà ai clienti di scoprire e monitorare automaticamente lo stato di salute, le prestazioni, la capacità, il costo e la configurazione delle costruzioni Kubernetes on-premises e VMware Cloud on AWS.
Inoltre, quest’ultima release offre l’integrazione con i popolari strumenti APM come AppDynamics, Datadog e Dynatrace. Comprenderà anche la nuova app discovery tramite l’integrazione con VMware vRealize Network Insight. Queste due funzionalità aiuteranno i clienti a prevedere, prevenire e risolvere rapidamente i problemi nel contesto delle applicazioni. Monitoraggio di VMware Cloud e oltre: Una migliore correlazione metrica e un nuovo monitoraggio in tempo quasi reale consentiranno l’osservabilità aziendale, supportando i clienti a rilevare i problemi di prestazioni e availability più velocemente.
Il miglioramento della gestione AWS nativa consentirà di migliorare i calcoli della capacità per le istanze EC2 e di importare automaticamente le metriche in VMware vRealize Operations per una più rapida risoluzione dei problemi.
Gestione efficiente della capacità e dei costi: I miglioramenti nella determinazione del pricing e dei costi, tra cui la granularità del costo giornaliero della macchina virtuale (VM), le funzionalità di misurazione potenziate e il supporto al pricing per i carichi di lavoro non-VMware vRealize Automation aiuteranno i clienti a ridurre ulteriormente i costi.

Allo stesso modo, VMware vRealize Log Insight 8.2 e Log Insight Cloud introdurranno anche un supporto Kubernetes migliorato, un’integrazione più profonda con VMware Cloud on AWS e miglioramenti generali della usability.

VMware Skyline annuncia una esperienza di onboarding semplificata. Il nuovo processo è più breve e intuitivo per i clienti che adottano ed espandono il servizio cloud proattivo. Skyline offre un’intelligence proattiva che aiuta i clienti ad evitare i problemi prima che si verifichino e riduce il tempo dedicato alla risoluzione delle richieste di supporto attivo. Attualmente il pacchetto di gestione VMware vRealize Operations Management per Skyline offre ai clienti un’esperienza integrata di gestione e supporto che mette in evidenza i potenziali problemi e fornisce una guida alla risoluzione di essi

VMware vRealize Automation 8.2 e Automation Cloud offriranno funzionalità avanzate per i più importanti casi di utilizzo in ambito di automazione dei clienti, tra cui Modern Automation Platform, DevOps for Infrastructure, Self-Service Cloud e Kubernetes Automation. Le nuove e migliorate capacità includeranno una moderna piattaforma di automazione: Capacità potenziate per aumentare l’agilità, la sicurezza e il controllo, compreso il controllo degli accessi basato su ruoli granulari (RBAC), il supporto potenziato per l’infrastruttura multi-tenant, il supporto esteso per le azioni Day 2 e l’automazione di rete con NSX policy APIs. DevOps per l’infrastruttura: Migliori funzionalità Infrastructure as Code con l’introduzione dei VMware Cloud Template come il motore di template per l’infrastruttura VMware Cloud. Questo include anche la gestione delle configurazioni Terraform dal catalogo dei servizi. Cloud self-service: Integrazione migliorata con VMware Cloud Foundation per semplificare ulteriormente la configurazione del cloud privato per i clienti. Automazione di Kubernetes: Provisioning self-service dei namespace Kubernetes tramite il catalogo dei servizi con il supporto di VMware Cloud Foundation con Tanzu.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php