Visa e Mastercard si uniscono contro Paypal

e-commerce acquisti online

Per contrastare Paypal, il gigante dei pagamenti online, Visa e Mastercard stanno valutando la possibilità di collaborare.

La scorsa settimana, in occasione di una conferenza dedicata ai produttori del settore, le due aziende hanno dichiarato di voler unire Visa Checkout e Masterpass, le loro due rispettive soluzioni che consentono a un utente di Internet di pagare per un acquisto online utilizzando un identificatore, invece di inserire tutti i dati della sua carta di credito.

Anche American Express e Discover aderiranno all'iniziativa.

Secondo uno studio (in parte finanziato da Paypal), il 58% degli esercenti statunitensi accetta la soluzione di pagamento online Paypal.

Il 36% propone ai propri clienti di utilizzare il pulsante Visa Checkout e il 16% invece offre la possibilità di Masterpass.

Secondo Bloomberg, il pulsante per il pagamento è ancora in fase di sviluppo e il programma di distribuzione non è noto. Visa e Masterdcard non avrebbero ancora avviato negoziati con gli esercenti per defnire le condizioni commerciali della nuova iniziativa.

Attualmente non esiste neppure un piano per trasferire la responsabilità e incoraggiare i dettaglianti ad adottare il pulsante unificato.

Ma quando le reti delle carte di credito hanno introdotto congiuntamente le carte intelligenti negli Stati Uniti, hanno indotto i dettaglianti a partecipare costringendoli a sostenere i costi delle frodi fino a quando non hanno aggiornato i loro terminali.

Tuttavia, sappiamo che la soluzione si baserà sulla tecnologia di tokenizzazione dei due giganti. In questo modo è possibile garantire la sicurezza dei pagamenti online grazie alla generazione di identificatori univoci per l'uso temporaneo.

Questo sistema consente quindi ai commercianti di non trasmettere più i dati della carta di credito dei loro clienti attraverso i loro server.

L'obiettivo, secondo le due società, è  di rendere lo shopping online semplice, lasciando che le persone finiscano le operazioni con un numero minimo di clic.
Le società di carte stanno ancora scegliendo un nome per il loro pulsante.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome