VeriSign ancora in perdita

Al termine del 2° trimestre dell’esercizio fiscale in corso la società ha riportato perdite nette per 4,8 miliardi di dollari. E le previsioni per la trimestrale in corso non sembrano essere incoraggianti

29 luglio 2002 Dopo aver sostenuto
costi d'acquisizione per 4,6 miliardi di dollari VeriSign ha chiuso il secondo
trimestre dell'esercizio fiscale in corso con perdite nette per 4,8 miliardi di
dollari, o 20,31 dollari per azione. Nel medesimo periodo dell'esercizio
precedente la società, che fornisce indirizzi Web e servizi per la sicurezza delle reti, ha riportato perdite nette per 11,19 dollari per azione. Un trend che,
stando alle previsioni della stessa VeriSign, sembra destinato a riproporsi
anche per il terzo trimestre, vista la debolezza che continua a permeare il
mercato di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome