Un distributore, anzi no importatore

Settembre 2004 È difficile definire l’attività di Abaco International, società veneta che opera da dieci anni nel settore della componentistica. «Essenzialmente – afferma Francesco Brejc, direttore commerciale -, import …

Settembre 2004 È difficile definire l’attività di Abaco International, società veneta che opera da dieci anni nel settore della componentistica. «Essenzialmente - afferma Francesco Brejc, direttore commerciale -, importiamo componenti da Taiwan e distribuiamo i brand Gigabyte, Dominium, SpeedCom, LifeView e Aelous, alcuni in esclusiva. Lavoriamo con circa 200 rivenditori in tutta Italia e ci occupiamo anche di localizzare il packaging dei prodotti per alcuni box mover». Abaco International ha costruito un rapporto privilegiato con i vendor taiwanesi, anche grazie al preziosissimo apporto della responsabile acquisti Gina Yang, che sfruttano l’azienda anche per “tastare il terreno” prima di introdurre una certa componente. L’azienda ha fatturato 21 milioni di euro nel 2003 con un incremento di circa il 4% rispetto all’anno precedente, è composta da 18 persone e vanta un magazzino su tre livelli di 1.200 metri quadri. Nell’ultimo anno Abaco International ha affinato gli strumenti di servizio e logistica per i rivenditori. «Possiamo garantire un’alta velocità dei resi e delle sostituzioni - sostiene Brejc -, e se un ordine viene fatto entro le 15, il rivenditore riceverà la merce il giorno dopo». Il listino aggiornato viene inviato esclusivamente via e-mail e l’intenzione è di tenere un certo prodotto a disposizione per il maggior tempo possibile, «anche perché, per la maggior parte delle componenti, il rivenditore non vuole immediatamente la novità - conclude il manager"

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here