Un Corporate Portal nell’offerta Asp di Epiclink

Il Full service provider, come la società si definisce, eroga in affitto una suite di applicazioni “critiche” che comprende Erp, Crm, Bi e, grazie alla piattaforma Broadvision, portale aziendale.

Cosa ha spinto EpicLink a pensare che ci sia spazio di successo per le applicazioni business ad alto valore aggiunto erogate in Asp? Da un lato vi è la convinzione che, in generale, l'application service provisioning e l'outsourcing siano le soluzioni che davvero il mercato cerca. Dall'altro, invece, arriva la constatazione che "spesso nelle grandi aziende mancano competenze interne in ambiti ancora poco tradizionali, per esempio il Crm o l'e-business, e in grado di gestire piattaforme complesse", come ha osservato Maurizio Nebuloni, Solutions director della società.


Il modello Full Service Provider

Se si sposa questa visione, è logico pensare che alle aziende (medio grandi, in questo caso) convenga ricorrere all'apporto esterno proprio per assecondare tali esigenze. Magari spostando l'ottica estrema del Full service prodiver, che, proprio come nel caso di EpicLink, si occupa di erogare al cliente l'intera catena del valore di un progetto It, dalla connettività all'hosting, (con il corollario dei servizi di sicurezza), dall'application management all'Asp puro, fino ad arrivare alle attività di consulenza e integrazione. Un modello "chiavi in mano", questo, che nelle intenzioni dovrebbe apportare vantaggi sia al lato utente (che si trova ad avere a che fare con un'unica interfaccia e che, auspicabilmente, va incontro a spese più contenute per usufruire di servizi It), sia a quello del fornitore, cha potenzia il proprio canale di vendita e di delivery.


L'application suite

All'interno del proprio ricco scenario di offerta in qualità Fsp, costruito ovviamente anche grazie a partner (per la parte di connettività di back end, per le applicazioni erogate e per la consulenza), EpicLink ha recentemente ritagliato la proposta Corporate Portal. Si tratta di un ulteriore tassello all'interno di un'application suite di 10 soluzioni "che contiene il 90% delle funzionalità necessarie alle esigenze aziendali, dall'Erp al Crm alla Businnes intelligence - ha precisato Nebuloni -. E' uno spettro di funzionalità all'interno del quale un cliente può ritagliare ciò che gli serve".


L'idea si è sviluppata insistendo su un approccio "best of breed" nella scelta del partner: tale scelta, per EpicLink, ha coinciso la partership con Hp Consulting e con l'adozione dei prodotti di Sap per l'Erp, di Siebel per il Crm, di Broadvision per l'e-business e di Business Objects per la Bi. A ciò si aggiunge l'integrazione tra le varie applicazioni, che la società risolve con tecnologia Tibco e che rende particolarmente veloce grazie a una precisa metodologia operativa sviluppata ad hoc.
L'offerta Asp di EpicLink, in ogni caso, è basata su applicazioni pre-customizzate, che consentono di limitare le attività di personalizzazione e di integrazione con i sistemi legacy, anche perché, come nel caso del Corporate Portal, è già predisposta la maggior parte delle funzionalità necessarie alle grandi aziende. Inoltre, sostiene la società, se l'ago della bilancia si sposta troppo verso la personalizzazione si perde il vantaggio (economico e di time to market) dell'applicazione "in affitto", muovendosi, invece, verso un modello di tipo outsourcing.


Il Corporate Portal

Il Corporate Portal di EpicLink è visto come evoluzione naturale di una intranet, offrendo a dipendenti e a partner la possibilità di accedere al patrimonio informativo aziendale in maniera selettiva. La piattaforma tecnologica, Infoexchange Portal 6.0 di Broadvision, è erogata dietro il pagamento di un canone mensile commisurato con il numero di utenti che, in quel determinato momento, utilizzano il portale. Per la realizzazione dell'applicazione, molto ha contato l'apporto di Hp Consulting, che ha fatto valere tra l'altro l'esperienza maturata nel progetti di enterprise portal Hp.
Le funzionalità offerte, che si sommano alla scalabilità e alla multicanalità proprie della piattaforma Broadvision, comprendono l'accesso a contenuti vari (anche siti "terzi") e servizi collegati a processi quali, per esempio, la gestione on line di trasferte, note spese e piani ferie. A funzioni di utilità generale (come il calendario corsi ed eventi, la prenotazione di sale riunioni), si affiancano poi strumenti di comunicazione tipici di un portale collaborativo (accesso a inbox e forum) e opzioni che variano dall'e-learning all'integrazione al knowledge management. Tutte funzionalità, queste, già toccabili con mano nel progetto condotto a termine per la nota casa farmaceutica Angelini.
L'approccio pre-customizzato permette, nel caso del Corporate Portal, di arrivare al deployment della piattaforma in tre-quattro mesi, a partire da una fase di gap analysis dove, se necessario, vengono impostati gli interventi di personalizzazione rispetto al template.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome