Un anno in crescita per Asus

Il produttore di motherboard taiwanese ha chiuso l’esercizio fiscale 2002 con una crescita nelle vendite che, sul mercato di casa nostra, ha raggiunto quota +20%.

24 gennaio 2003 Si è chiuso con un incremento delle vendite pari al 20% l’esercizio fiscale 2002 di Asustek Computer (Asus) in Italia. Negli ultimi 12 mesi il produttore di motherboard taiwanese ha raggiunto un risultato positivo pari a 140 milioni di euro, registrando un forte incremento sul mercato di casa nostra nelle vendite di notebook, che hanno raggiunto quota 85mila unità. E ora, per il 2003 le stime della società parlano di 150mila portatili firmati Asus venduti nel solo mercato nostrano. A dispetto della crisi che ha investito il comparto desktop, la vendita di schede madri ha, comunque, raggiunto quota 550mila unità. In incremento del 28,5%, rispetto all’esercizio precedente, anche la commercializzazione di schede video, che hanno raggiunto le 210mila unità. A quanto pare, la strategia del vendor di entrare in nuovi settori – come quello mobile e multimedia – promette buoni frutti. Intanto, proprio nel corso di quest’anno sono attesi il rilascio della prima famiglia di telefoni cellulari firmata Asus e di una linea completa di prodotti dedicati al networking.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome