Home Prodotti Networking e TLC Turck Banner rilascia il wireless kit call-for-parts

Turck Banner rilascia il wireless kit call-for-parts

Turck Banner Italia innova la comunicazione con le workstation di produzione mediante una soluzione per l’asservimento di parti, il wireless kit call-for-parts.

La soluzione del fornitore di sensoristica, illuminatori e segnalatori industriali, sistemi bus e sicurezza, consente a un massimo di 35 postazioni di lavoro di chiamare 12 carrelli elevatori o mobile responder utilizzando i pulsanti Turck Banner touch K70 wireless, un controller Turck Banner wireless DXM700 e interfacce operatore Direct Select wireless, sempre dal portfolio Turck Banner.

La soluzione di asservimento può essere installata indipendentemente da un PLC, HMI o da altro sistema di supervisione.

Il wireless kit call-for-parts di Turck Banner è una soluzione particolarmente adatta alle operazioni di carico e scarico mezzi in magazzino, nel material handling, nelle attività di assemblaggio in linee di produzione e in logistica in generale.

Con l’installazione di un sistema di chiamata utilizzando indicatori wireless, le workstation mantengono un flusso di lavoro costante e sono in grado di risolvere più rapidamente le criticità.

Mediante un display wireless alimentato a batteria che indirizza i mobile responder dove sono più necessari si riducono ulteriormente i tempi di trasporto.

Abilitando gli operatori con pulsanti di chiamata wireless nelle loro postazioni, si riducono i tempi di attesa per il prelievo di materiali, semilavorati e prodotti finiti.

La soluzione di Turck Banner consente anche l’ottenimento di dati e informazioni sui processi di produzione che permetteranno analisi per la misurazione dell’efficienza e consentiranno l’accelerazione della risoluzione degli inconvenienti.

Il kit call-for-parts di Turck Banner semplifica la comunicazione tra operatori e mobile responder fornendo una chiara visualizzazione di quali posizioni necessitano di aiuto.

Gli indicatori LED ad alta visibilità vengono utilizzati per distinguere se una stazione sta chiamando o è in attesa. Le chiamate di servizio vengono archiviate in una lista d’attesa dinamica, così da indirizzare i «mobile responder» ai chiamanti nella logica “first in – first served”.

La comunicazione tra operatori e mobile responder per identificare e risolvere problemi relativi a macchine, postazioni di lavoro, qualità o inventario si può stabilire con una semplice configurazione e senza modifiche all’infrastruttura.

La soluzione di Turck Banner tiene traccia del tempo totale e del numero di richieste nonché del tempo totale per confermare le richieste, consentendo così l’analisi dei tempi medi di consegna e riconoscimento per ciascuna stazione.

Gli avvisi aiutano i supervisori a programmare ulteriori mobile responde» quando necessario.

La soluzione fornisce le informazioni necessarie per reagire rapidamente alle richieste delle workstation e consente una maggiore efficienza grazie a dati in precedenza non disponibili.

I sistemi possono essere monitorati da remoto con un cloud webserver con connessione Lan o cellulare, oppure localmente con l’uso di un HMI o PLC per visualizzare dashboard, richieste e dati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php