Home Cloud Trasformazione digitale vuol dire progettare circuiti integrati su cloud

Trasformazione digitale vuol dire progettare circuiti integrati su cloud

Il produttore di chip anglo-tedesco Dialog Semiconductor ha stretto una partnership con Oracle per migrare in cloud le sue funzioni di sviluppo di circuiti integrati, come parte dell’iniziativa di trasformazione tecnologica dell’azienda.

Dialog ha tra i suoi clienti Apple, Samsung e Microsoft Xbox: è un produttore di circuiti integrati a segnale misto ottimizzati per smartphone, computer, dispositivi Internet of Things (IoT), illuminazione a stato solido a LED e applicazioni per la domotica.

Come parte dell’ultima fase del percorso verso il cloud dell’azienda, iniziato quattro anni fa, Dialog inizierà a eseguire tutti i test e le analisi sulla progettazione dei propri prodotti, ossia la una critica per il successo nel processo di produzione dei chip, su Oracle Cloud Infrastructure (OCI) e Oracle Exadata Cloud Service.

La migrazione delle operazioni al cloud da un ambiente on premise, coordinata dal direttore delle applicazioni IT di Dialog Semiconductor, Jochen Hinderberger, permetterà a Dialog di perseguire l’integrazione dei dati in tutte le sue operation produttive, non solo con significativi risparmi sui costi operativi, ma anche maggiore produttività e innovazione.

Oracle supporta Dialog con soluzioni infrastrutturali da più di un decennio e ha permesso all’azienda di ottenere risparmi significativi utilizzando le risorse Oracle Cloud fornite come servizio gestito nei propri data center, il cosiddetto “Oracle Cloud at Customer”.

Il roll-out di Oracle si conclude quest’anno con la migrazione dei processi di sviluppo di Dialog in cloud e quella del suo patrimonio di dati gestiti in Oracle Database in Exadata Cloud Service.

I clienti possono accelerare i loro progetti più impegnativi di elaborazione delle transazioni e di analisi dei dati con Exadata Cloud Service, servizio disponibile in 26 cloud region nel mondo.

Grazie all’identità architetturale di Oracle tra cloud e on-premise, Exadata Cloud Service rende facile per i clienti spostare in cloud anche i database e i carichi di lavoro più grandi ed esigenti, senza soluzione di continuità e senza modifiche alle applicazioni.

Prestazioni rivoluzionarie, scalabilità ed elasticità consentono a Exadata Cloud Service in OCI (Oracle Cloud Infrastructure) di eseguire applicazioni che necessitano di più carichi di lavoro e tipi di dati con un unico “database convergente Oracle.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php