Trasforma il PC in un VCR digitale – 3° parte

La selezione del codec A questo punto in basso sul riquadro Compression selezioneremo il codec desiderato per la compressione dei fotogrammi del filmato. Abbiamo provato con successo i codec DivX 5.02 ed Xvid, più complicato risulta invece il settaggio …

La selezione del codec
A questo punto in basso sul riquadro Compression selezioneremo il codec desiderato
per la compressione dei fotogrammi del filmato. Abbiamo provato con successo
i codec DivX 5.02 ed Xvid
, più complicato risulta invece il settaggio
del nuovo codec DivX 5.03. Ovviamente questi codec vanno preventivamente scaricati
da Internet e installati.
Facendo clic sul pulsante Configure del riquadro Compression verrà richiesta
la configurazione del codec. Qui si deve impostare il bitrate, ossia il valore
di compressione del filmato. Più sarà alto il bitrate e migliore
sarà la qualità del video registrato, ma maggiore sarà la
sua occupazione di spazio su disco.
Abbiamo visto che un bitrate di 1.600 Mbps produce un video di buona qualità;
si può salire a un livello di 2.400 o 3.200 Mbps, che produce una migliore
qualità, e volendo si può masterizzare il video ottenuto su due
CD-R o su un DVD-R/RW (figura 8). Per quanto riguarda infine la compressione della
traccia audio possiamo usare l'MP3 che fornisce audio di qualità
pur con un elevata compressione, consigliamo di impostare valori da 96 o 128 Kbit/s.

L'avvio della registrazione
A questo punto siamo pronti per avviare la registrazione. Dopo aver definito
nella sezione Files il percorso di scrittura del file (esempio C:\CAPTURE.AVI
per semplicità) selezionando il disco fisso più veloce del PC
(e possibilimente deframmentato).
Prima di iniziare la registrazione dal pulsante rosso Start record è
indispensabile chiudere l'eventuale schermata di preview e tutte le altre
applicazioni aperte (antivirus compreso).
A questo punto raccomandiamo solo di eseguire diverse prove di registrazione
per trovare il miglior compromesso tra qualità ed occupazione
di spazio su disco
. Se la scheda di acquisizione è dotata di
un encoder hardware MPEG1/2 si può usare iuVCR per importare il filmato
in MPEG2 alla massima risoluzione e con bassissima compressione per poi agire
in post produzione con un encoder come VirtualDub o FlaskMpeg per comprimere
il filmato stesso in DivX. L'operazione è più laboriosa
ma produce buoni risultati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here