Home Digitale Tim mette la fibra ottica a 100Gbps sotto il mare

Tim mette la fibra ottica a 100Gbps sotto il mare

Tim ha comunicato di aver completato la realizzazione del primo cavo sottomarino ad alta potenzialità trasmissiva in fibra ottica che collega la Sardegna con il continente.

L’infrastruttura in fibra da 430 chilometri è in grado di trasportare servizi a 100Gbps e in questo modo supporta lo sviluppo della banda ultralarga nell’isola.

Il completamento dell’installazione arriva nel momento giusto, per fare fronte agli incrementi di traffico registrati negli ultimi mesi nelle reti fissa e mobile a seguito dell’’emergenza Covid-19, con l’utilizzo dello smart working e della didattica online, oltre a quelli previsti per il periodo estivo.

Il sistema è realizzato sulla tratta tra Civitavecchia e Sassari, fa parte della nuova piattaforma fotonica nazionale di Tim.

Si tratta una rete ad altissima capacità in tecnica WDM (Wavelength Division Multiplexing), basata sull’ultima generazione di nodi fotonici, pienamente automatizzata, e in grado di supportare velocità di 100Gbps fino a 1800 chilometri di distanza e di 200Gbps fino a 800 chilometri.

Il sistema sottomarino si integra sulla infrastruttura di trasporto nazionale di Tim che si articola in oltre 16.000 chilometri di fibra e che supporta un traffico dati complessivo di oltre 50 Terabit per secondo.

Il collegamento a 100Gbps con la Sardegna, si legge in una nota della società, rappresenta un nuovo primato nazionale per Tim, considerando la lunghezza di oltre 430 km distribuiti su tre tratte sottomarine, di cui una di 200 km per raggiungere anche l’Isola della Maddalena.

Grazie ai meccanismi di amplificazione e alle innovative tecniche di modulazione del segnale utilizzati il sistema è in grado di supportare una capacità complessiva dell’ordine dei 4 Terabit per secondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php