Home Prodotti Sicurezza Tim Berners-Lee, Inrupt e la privacy per le imprese

Tim Berners-Lee, Inrupt e la privacy per le imprese

Per Sir Tim Berners-Lee, coralmente riconosciuto come inventore del web, la privacy è da anni la priorità numero uno. Per questo ha creato la startup Intrust, che ora ha reso nota la disponibilità della versione per aziende della propria piattaforma di privacy Solid.

Grazie a Solid, anche gli utenti di grandi enterprise o pubbliche amministrazioni saranno in gradi dia vere un totale controllo dei propri dati.

Come noto, Berners-Lee ha sempre creduto fermamente che il mondo di internet dovesse essere il più aperto possibile. Tuttavia è innegabile come negli ultimi anni i big del web abbiano ottenuto profitti enormi grazie ai dati degli utenti.
Partendo da questo assunto, nel 2018 è nato il progetto open source Solid, con il dichiarato intento di restituire agli utenti il totale controllo dei propri dati.

Tre anni fa Tim Berners-Lee ha lanciato Inrupt, una startup basata sul progetto open source, e ha assunto John Bruce per dirigere l’azienda. Infatti, entrambi condividono la stessa visione di spostare la proprietà dei dati senza cambiare il modo in cui i siti web vengono sviluppati.
Con Solid, gli sviluppatori utilizzano gli stessi standard e metodi di creazione dei siti e queste applicazioni funzioneranno con qualsiasi browser. Quello che Solid mira a fare è alterare l’equilibrio del potere dei dati e reindirizzarlo all’utente.

L’idea principale alla base di questo approccio è che gli utenti controllino i propri dati in entità di archiviazione online chiamate in breve Personal Online Data Store o Pod.

La versione aziendale consiste in Solid Server per gestire i pod e gli sviluppatori possono creare applicazioni utilizzando un SDK per sfruttare i pod e accedere ai dati di cui hanno bisogno per svolgere un lavoro particolare come pagare le tasse o interagire con un operatore sanitario. Bruce ha dichiarato che la versione enterprise è completamente compatibile con le specifiche del progetto Solid open source.

Inrupt ha già avviato collaborazioni con alcune importanti organizzazioni prima del rilascio attuale, tra cui la BBC e il servizio sanitario nazionale nel Regno Unito e il governo delle Fiandre in Belgio.

Bruce ha citato l’esempio del Servizio Sanitario Nazionale britannico, il quale ha creato un’app dedicata ai pazienti per interagire con l’istituzione e consultare i propri dati sanitari. Grazie all’app, i pazienti saranno in grado di consentire a medici, familiari o operatori sanitari a domicilio di leggere determinati dati dai loro Solid Pod e aggiungere note o osservazioni di custodia che i medici possono leggere per migliorare l’assistenza ai pazienti.

La differenza tra questa e le app Web o per smartphone tradizionali è che in questo caso è sempre l’utente a decidere se e in che misura concedere l’accesso ai propri dati personali da parte di terzi, medici od operatori sanitari in questo caso specifico.

Bruce e Berners-Lee sono consapevoli che il successo della propria iniziativa passa anche attraverso la semplicità d’uso e di sviluppo. Chiunque può scaricare e utilizzare la versione open source di Solid, ma avendo a disposizione una versione aziendale, offre alle grandi organizzazioni la sicurezza e la scalabilità richiesti da queste aziende.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php