Home Mercato Cybersecurity: Thoma Bravo compra Proofpoint per 12,3 miliardi di dollari

Cybersecurity: Thoma Bravo compra Proofpoint per 12,3 miliardi di dollari

Proofpoint ha annunciato di aver stipulato un accordo definitivo accordo con la società di private equity Thoma Bravo per una cifra quantificata in 12,3 miliardi di dollari.

In base ai termini dell’accordo, gli azionisti di Proofpoint riceveranno 176 dollari per azione in contanti, che rappresenta un premio di circa il 34% rispetto al prezzo di chiusura delle azioni di Proofpoint il 23 aprile 2021, l’ultimo giorno di negoziazione completo prima dell’annuncio della transazione, e un premio di circa il 36% in più rispetto al prezzo medio di chiusura delle azioni di tre mesi ponderato per il volume di Proofpoint fino al 23 aprile 2021.

Al completamento della transazione, Proofpoint diventerà una società privata con la flessibilità e le risorse per continuare a fornire le soluzioni di sicurezza informatica e conformità più efficaci da proteggere persone e organizzazioni in tutto il mondo.

Inoltre, Proofpoint trarrà vantaggio dalle capacità operative messe a disposizione da Thoma Bravo, peraltro non nuova ad operazioni di grande rilievi nel settore cybersecurity, come l’acquisizione di Sophos nel 2019.

I dettagli dell’operazione Thoma Bravo – Proofpoint

Il Consiglio di Amministrazione di Proofpoint ha approvato all’unanimità l’accordo con Thoma Bravo e raccomanda agli azionisti di Proofpoint di votare a favore dell’operazione in occasione dell’Assemblea Speciale degli Azionisti da convocare in relazione all’operazione.

L’accordo prevede un periodo di “go-shop” di 45 giorni con scadenza il 9 giugno 2021, che consente al Consiglio e ai suoi consulenti di avviare, sollecitare e considerare attivamente proposte di acquisizione alternative da parte di terzi.

Inoltre, il Consiglio avrà il diritto di risolvere l’accordo di fusione per stipulare una proposta superiore soggetta ai termini e alle condizioni dell’accordo di fusione.

La transazione dovrebbe concludersi nel terzo trimestre del 2021, fatte salve le consuete condizioni di chiusura, inclusa l’approvazione da parte degli azionisti di Proofpoint e la ricezione delle approvazioni normative.

Al termine della transazione, le azioni ordinarie di Proofpoint non saranno più quotate su alcun mercato pubblico. La società continuerà ad avere sede a Sunnyvale, in California.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php