Terzo trimestre in calo per Oracle

Un forte calo nella vendita di licenze ha causato un vistoso rallentamento nei profitti del terzo quarter della società.

Un forte calo nella vendita di licenze ha causato un vistoso rallentamento nei profitti del terzo trimestre di Oracle. I risultati, comunque, non sono stati una sorpresa per la società di Larry Ellison, che aveva lanciato un profit warning all'inizio di questo mese, accusando una scarsa domanda soprattutto in Asia. Un portavoce aveva avvisato, inoltre, che il dividendo annuale della società si sarebbe ridotto del 10% per la prima vota in dieci anni.
I risultati di Oracle mettono in evidenza un momento di difficoltà per tutto il settore It, scosso da una riduzione dei budget informatici da parte di tutte le maggiori aziende.
L'utile netto della società è stato di 508 milioni di dollari, 9 centesimi per azione; il fatturato, ridottosi del 16%, ha raggiunto invece i 2,2 miliardi di dollari. Prima del profit warning, le stime erano di un utile pari a 10 centesimi per azione e di un fatturato a quota 2,42 miliardi di dollari.
Secondo quanto riferito, la domanda è stata soprattutto anemica in Giappone, un mercato che ha causato un calo di fatturato del 22% nell'intera area asiatica. Al ridimensionamento delle vendite ha contribuito sopratutto la debolezza dello yen, il deterioramento dei prezzi e il susseguirsi di fallimenti dotcom, oltre che la riduzione delle spese It delle telecom.
Complessivamente le vendite di licenze si sono ridotte del 30%, calando da 1 miliardo 125 milioni di dollari a 789 milioni. Il fatturato dei servizi ha raggiunto, invece, 1 miliardo 439 milioni di dollari, il 7% in meno del miliardo 549 milioni di dollari registrato l'anno scorso.
Per aree geografiche, il fatturato di Oracle si è ridotto del 20% in America e dell'8% in Europa, Medio Oriente e Africa. I ricavi derivati dalla vendita di database sono calati del 23%, mentre le entrate ottenute dalla commercializzazione delle altre applicazioni hanno registrato un calo del 40%.
Le prospettive, nel breve, si confermano incerte: anche nel trimestre in corso le vendite di licenze stanno continuando a calare a un tasso del 30-35% anno su anno. Gli utili per azione registrano, invece, 1-2 centesimi in meno sui 15 cent dello stesso trimestre del 2001.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here