Le otto tendenze del retail, fra smart shop e pagamenti

Quali saranno le innovazioni tecnologiche nel retail quest'anno? In risposta a questa domanda, il quinto rapporto "Future of Retail" di Publicis Media decifra otto tendenze dell'industria, che possono essere osservate durante tutto il processo di acquisto.

Da luogo di acquisto a punto di acquisto

I confini tra digitale e fisica diminuiscono. I collegamenti tra on e offline diventano più fluidi. Il risultato: l'esperienza del cliente diventa possibile ovunque e in qualsiasi momento. Il 50% dei clienti desidera effettuare i propri acquisti in qualsiasi momento, anche in ritardo o la domenica, conferma uno studio del 2016 di Opinion Way.

Concretamente, questo comporta azioni come click&collect, drive, click-to-shop su video di Youtube, l'acquisto da un pulsante sui social network o tramite terminali digitali per ordinare in-store.

Negozio intelligente

IoT rende i negozi connessi e intelligenti per offrire servizi personalizzati. Il trattamento di questi dati permette di comprendere meglio il cliente e anticipare le sue esigenze. Anche se c'è una certa riluttanza a utilizzare i dati in Francia, il 62% degli acquirenti è interessato a marchi che sappiano esattamente cosa vogliono. Le possibilità: tracciare il percorso del cliente in negozio, incrociare le informazioni sugli scontrini di cassa, geolocalizzazione del cliente tramite carrelli collegati, fornire informazioni sul prodotto tramite appendiabiti digitali.

Luogo di acquisto deve migliorare l'esperienza

I negozi devono diventare luoghi vivaci in cui vivere. In altre parole, perché i clienti tornino devono essere immersivi. Eataly incarna questo concetto di supermercato esperienziale. I visitatori vengono a degustare i prodotti sugli scaffali attorno ai grandi tavoli e vengono offerti wine bar e corsi di cucina. Una nuova sede sarà inaugurata a Parigi nel 2018, in collaborazione con Galeries Lafayette.

Automazione della relazione con il cliente

I servizi post-vendita si stanno muovendo verso un approccio più istantaneo: i social network stanno cambiando il modo in cui i clienti interagiscono con i brand e i retailer hanno compreso l'importanza dei chatbot.

Pagamento sempre più semplice e sicuro

Il pagamento rimane complesso tra carte fedeltà, contanti e carte di credito. Tuttavia, sta diventando sempre più discreto, assicura Publicis Media. Gli strumenti sono numerosi: pagamento biometrico, Google Wallet, Apple Pay, Lydia, pagamento integrato in Messenger su Facebook. Infine, Amazon sta cambiando i rivenditori con il suo progetto Amazon Go in fase di test a Seattle, che mira a far sparire la cassa.

Servizi di consegna

La consegna deve essere affidabile, efficiente e immediata. I concetti di armadietti automatici, come Packasap o Packasap, sono in fase di sviluppo per consentire all'acquirente di ritirare il suo ordine in qualsiasi momento utilizzando un codice inviato via Sms o e-mail. I servizi di consegna (Amazon Prime, Uber Rush, Carrefour e Stuart) competono per consegnare in tempi di consegna brevi.

Intelligenze artificiali

Con l'ascesa degli assistenti personali, i rivenditori effettuano un passaggio importante. Gli assitenti saranno in grado di rimuovere qualsiasi insoddisfazione, perché il riconoscimento vocale semplifica l'acquisto in modo simile al gioco. Google Home, Invoke (Microsoft), HomePod (Apple) e Alexa (Amazon) sono in gara. Secondo eMarketer, 35 milioni di persone dovrebbero utilizzare questo tipo di prodotto negli Stati Uniti entro il 2017.

 

Co-costruzione degli acquisti

I clienti testano i prodotti prima di vederli in negozio. Un esempio: Ikea sta cercando di risolvere i problemi nel suo laboratorio chiamato Space10. I clienti possono venire a vedere gli esperimenti per provarli, prima di vederne alcuni distribuiti. 15 prodotti creati in questo spazio sono ora disponibili nei negozi Ikea.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here