Home Digitale Tech Data, la distribuzione evoluta mette il cloud al centro

Tech Data, la distribuzione evoluta mette il cloud al centro

Anche il mondo dell’information technology è oggetto di trasformazione digitale, e la distribuzione accompagna coerentemente il settore nel suo percorso.

Infatti, anche a distanza di pochi anni l’attività di grandi attori del segmento come Tech Data è cambiata radicalmente. Del resto sarebbe stato anacronistico pensare di rimanere profittevoli applicando business model ormai superati dai fatti.

Chi ha dimostrato di capire perfettamente il mercato e le sue sfumature è Vincenzo Bocchi, Advanced Solutions Director di Tech Data.
Il manager ci ha raccontato come il distributore abbia saputo reinventarsi nell’arco di pochi anni. Uno sforzo che ha messo in luce qualità non comuni e al tempo stesso fondamentali. Pragmatismo e spirito visionario, ad esempio. Due concetti solo all’apparenza antitetici e inconciliabili.
Di certo non tutti sarebbero in grado di far coesistere due anime così diverse; Tech Data ha dimostrato di esserci riuscita.

Tech Data  e il cloud, connubio vincente

Capire quanto sarebbe stato centrale il cloud per un distributore ha significato prendere decisioni rapide. Bocchi ha affermato che nel volgere di solo 4 anni Tech Data si è ritagliata un ruolo di leadership nel mercato Microsoft, e con l’accordo siglato con AWS la società rafforzerà la sua offerta con una gamma di servizi professionali e gestiti e soluzioni multi vendor con Aws al centro.

Il vero asso nella manica di Tech Data, artefice del successo nel segmento cloud, è la piattaforma StreamOne. Utilizzata per sottoscrizioni, rinnovi e fatturazione nel cloud, il marketplace gioca un ruolo centrale nelle strategie del distributore.

Il manager ha saputo trasmetterci con chiarezza quanto il marketplace sia essenziale nelle strategie di Tech Data, ma non solo.

Infatti, StreamOne rappresenta una grande opportunità per un enorme numero di sviluppatori di talento e startup.
Tech Data sa molto bene quanto queste realtà di rado abbiano gli strumenti adatti per spiccare in un mercato molto affollato e competitivo.
Il distributore, forte del proprio expertise, supporta i talenti nel proprio percorso di approccio al mercato.
Una relazione chiaramente win-win.
O forse sarebbe più corretto definirla win-win-win:
il terzo vincitore della relazione virtuosa fra Tech Data e i suoi partner è senza dubbio il cliente finale.
Un territorio come quello italiano ha un grande bisogno di “traduttori” tecnologici. Di realtà in grado di trasformare le tecnologie straordinarie messe a disposizione dal cloud computing.

Vincenzo Bocchi
Vincenzo Bocchi, Advanced Solutions Director di Tech Data

Il cloud e Tech Data al servizio delle Pmi

I microservizi disponibili sul marketplace sono una vera miniera d’oro potenziale per le aziende italiane. Un esercito di Pmi, infatti, ha un evidente bisogno di supporto nel percorso verso la trasformazione digitale.
Una strada che non può prescindere dal cloud: le piccole e medie imprese cercano efficienza e flessibilità dalle soluzioni IT.
In un periodo storico di grande difficoltà, il controllo dei costi è importante quanto ottenere le migliori performance.
Il cloud offre tutto questo: il modello di business a consumo si sposa alla perfezione con le esigenze di scalabilità delle Pmi.

Il mercato è cambiato e il canale lo accompagna

Secondo Bocchi, è fondamentale per il canale avere le competenze necessarie alle esigenze della propria customer base.
Tech Data è consapevole che non pochi dei propri partner sono vere e proprie Pmi. Piccoli system integrator per i quali cambiare modello di business richiede energie e competenze che potrebbero non avere.
Per questo il distributore interpreta il proprio ruolo, affiancando i partner con programmi di training e di marketing; un ulteriore esempio di logica win-win evidentemente tagliata su misura per Tech Data.

La partnership con Aws

Pensare a strategie cloud senza parlare di Aws non sarebbe possibile per Tech Data, che implementerà percorsi di abilitazione specifici.
Come abbiamo già sottolineato, il distributore sa accompagnare i propri parner e lo farà anche in questo caso.
Tech Data valuterà quindi la maturità aziendale, la formazione e lo sviluppo di soluzioni, che forniranno ai partner gli strumenti, le conoscenze e le risorse per accelerare rapidamente le pratiche cloud AWS.

Il futuro di Tech Data: crescere assieme ai partner di canale

Il distributore ha dimostrato, senza alcun dubbio, di sapersi reinventare.
Vincenzo Bocchi ha un’energia calma e convincente. La convinzione di Tech Data è perfettamente incarnata dal manager. Il lavoro fatto nel corso degli ultimi 12 mesi è stato moltissimo, ci ha rivelato Bocchi.
Ci si potrebbe aspettare un certo livello di naturale stanchezza. Tutto il contrario: la sensazione più forte che abbiamo percepito è entusiasmo. Un mood necessario per affrontare un futuro pieno di opportunità per chi saprà coglierle. Con un management di questo livello, non è difficile immaginare per Tech Data le più rosee aspettative.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php