Home Digitale TeamSystem, è la finanza digitale la leva competitiva per il 2022

TeamSystem, è la finanza digitale la leva competitiva per il 2022

L’intervista a Daniele Lombardo di TeamSystem.
A distanza di un anno dal varo a livello europeo del recovery plan, che in Italia ha portato al PNRR, 01net realizza un’inchiesta, basata su un ciclo di interviste con le principali società che operano in Italia nell’ICT sulla loro strategia per la digitalizzazione delle aziende italiane nel 2022.
Parliamo con loro di quattro temi cardine della trasformazione digitale: resilienza, cybersecurity, cloud, sostenibilità ambientale e sociale e le risposte consentono di costruire la mappa di partecipazione delle realtà ICT alla crescita del Paese in senso digitale.
E c’è un tema in più, il quinto: con spirito consulenziale, chiediamo di fornire agli imprenditori italiani un’idea in più, capace di produrre valore immediato sul piano dell’efficienza e della competitività.

Per TeamSystem ha risposto il Marketing, Institutional Relations and Communication Director, Daniele Lombardo.

Un anno dopo il Recovery Plan, a che punto siamo con la reale trasformazione del Paese: con quali soluzioni, competenze e servizi partecipate alle missioni del PNRR che coinvolgono il digitale?

La trasformazione digitale, insieme al tema della sostenibilità, rappresenta la stella polare del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e di conseguenza dello sviluppo e della crescita del nostro paese nel corso dei prossimi anni. Non c’è interlocutore pubblico o privato che non metta il digitale al primo posto tra le linee guida principali per innescare la trasformazione del modello di sviluppo dell’Italia, anche a seguito dell’emergenza pandemica, e affrontare i problemi strutturali che da anni affliggono il tessuto imprenditoriale, soprattutto al capitolo della competitività delle imprese. TeamSystem continua a lavorare per immettere sul mercato soluzioni innovative che permettano alle aziende e ai professionisti di digitalizzare i processi e di diventare sempre più competitivi grazie alla tecnologia. Siamo costantemente impegnati al fianco delle aziende per aiutarle a perfezionare la propria strategia di digital supply chain, con l’obiettivo di abbattere le barriere interne, evolvere verso un ecosistema più agile e completamente integrato, e incrementare l’efficienza della gestione del business, tenendo conto dei flussi verso tutti gli stakeholder.

Componente fondamentale della trasformazione digitale è il cloud. Quali sono le scelte che dovranno compiere le aziende italiane nel 2022?

Il cloud sarà sempre più fondamentale, man mano che aumenta il livello di digitalizzazione delle imprese. Questa tecnologia rappresenta, in concreto, l’ambiente che ospita e mette in correlazione tutti gli elementi che compongono la trasformazione digitale, dall’Internet of Things, all’Intelligenza Artificiale. È imprescindibile, soprattutto alla luce dei futuri investimenti che sono attesi grazie all’implementazione del PNRR. Le aziende italiane dovranno investire sul cloud in maniera convinta anche per il 2022. In questo modo saranno in grado di fare leva su una maggiore efficienza dal punto di vista dei costi, ma avranno anche la possibilità di operare con software sempre aggiornati, nel pieno rispetto delle normative e nella totale sicurezza dei dati e dei sistemi.

Dopo il Cop26 si è capito che la sostenibilità, sia ambientale sia sociale, oramai riguarda non solo tutti i Paesi ma anche tutte le aziende. Qual è la vostra strategia riguardo questi temi?

Continuiamo a rafforzare la nostra strategia legata alla sostenibilità, consci del fatto che il tema dei cambiamenti climatici non è più procrastinabile. Bisogna agire subito con interventi decisi e una visione di medio-lungo periodo. TeamSystem è concentrata su alcuni temi specifici, per i quali ci siamo dati internamente degli obiettivi concreti, e li abbiamo integrati nella nostra strategia complessiva come azienda. Il fatto che un’azienda privata abbia tra i suoi obiettivi la redditività e la produzione di utili è pressoché assodato. Fuorviante, a mio parere, pensare che le performance aziendali siano slegate dagli impatti delle stesse sulla società e sull’ambiente in cui si inseriscono. In questo senso TeamSystem cerca di promuovere azioni a tutti i livelli per combattere i cambiamenti climatici, ma anche per promuovere un’innovazione e un’industrializzazione equa e responsabile. Inoltre, il nostro impegno al fianco di aziende e professionisti per digitalizzare il paese crediamo possa dare il proprio contributo in termini di riduzione degli impatti ambientali: dematerializzazione e fatturazione elettronica significa, per esempio, riduzione dello spreco della carta, così come poter collaborare attraverso le piatteforme digitali aiuta a minimizzare gli spostamenti delle persone ed è un elemento che ha impatto sulle emissioni di CO2.

L’idea ICT del 2022 di TeamSystem

Se doveste proporre un unico investimento (prodotto, soluzione, metodologia) a un’azienda italiana, una scelta capace di produrre da subito un beneficio a livello di efficienza e competitività, su cosa verterebbe il vostro consiglio?

Suggeriremmo di considerare caldamente un investimento sulle soluzioni di digital finance. In uno scenario in cui le Pmi italiane fanno quotidianamente i conti con tempi di pagamento particolarmente estesi da parte dei loro clienti e con la faticosa ricerca di capitali a costi sostenibili per mantenere la competitività del proprio business, le nostre soluzioni offrono al tessuto imprenditoriale del Paese un vantaggio competitivo, fondato sull’ottimizzazione della gestione della liquidità e del circolante grazie al digitale, ma permettono anche di semplificare le modalità di incasso e pagamento. Recentemente con Nexi, la PayTech leader in Europa, abbiamo stretto un accordo volto a mettere l’open banking a servizio delle imprese italiane. Attraverso il nuovo servizio TeamSystem Pay, che sfrutta la tecnologia CBI Globe-Funzionalità Attiva sviluppata da CBI, con Nexi come partner tecnologico e integrato nelle soluzioni gestionali per Pmi e professionisti, vengono abilitate tutte le potenzialità dell’open banking, consentendo i pagamenti digitali, la visualizzazione aggregata dei conti in un’unica dashboard e automatizzando l’operatività legata alla fase di incasso delle fatture. Si tratta di un ulteriore esempio significativo di come la tecnologia permetta di creare un vero e proprio ecosistema collaborativo, in cui clienti, dipendenti, fornitori, investitori o partner sono in grado di mettere a disposizione i propri contenuti, i documenti e le informazioni, creando sinergie per raggiungere dei risultati comuni.

Leggi tutti gli articoli su TeamSystem

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php