Symantec rende più sicure le comunicazioni tra sedi e filiali

Lo specialista di soluzioni di asicurezza presenta un’offerta che combina tre appliance firewall per rendere più sicure le comunicazioni tra sedi remote.

Symantec ha annunciato una nuova linea di appliance di rete per proteggere le società contro gli attacchi in Internet e rendere più sicure le comunicazioni tra sedi remote. Symantec Firewall/Vpn Appliances, questo il nome dell'offerta, si sostanzia in tre nuovi prodotti che permettono alle aziende di aggiungere una maggior sicurezza alle proprie sedi e di fare l'encryption di tutti i dati tra le società e la rete di filiali, connettendosi attraverso una Vpn (Virtual Private Network).
Una Vpn utilizza l'encryption per rendere più sicure le connessioni tra due reti private su Internet. Questa tecnologia è più sicura della connessione dial-up e meno cara rispetto all'acquisto di una linea di comunicazione dedicata.
I tre nuovi dispositivi di sicurezza sono progettati per condurre Symantec all'attacco del mercato della sicurezza rivolto ai piccoli e medi uffici. Ogni appliance è un firewall che può individuare gli attacchi alla rete che utilizzano numerosi pezzi di dati per compromettere un computer. Gli appliance hanno anche la capacità di stabilizzare una connessione encrypt tra due gateway, oltre a possedere feature di intrusion detection. Una porta per modem analogico permette anche ai dispositivi di utilizzare una connessione dial-up nel caso in cui l'ampiezza di banda della rete non funzioni. Il Symantec Firewall/Vpn 100 è dedicato ai piccoli branch office con una singola connessione a Internet e uno switch integrato a quattro porte per la rete locale. Symantec Firewall/Vpn 200 aggiunge una maggiore affidabilità con una seconda connessione a Internet e uno switch otto porte per la connessione locale di pc e server. Nei piccoli uffici, Symantec Firewall/Vpn 200-R aggiunge la capacità, per i client, di connettersi direttamente al gateway utilizzando il software Vpn di Symantec.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome