Symantec conferma lo split

Approvata l’operazione di separazione delle attività. Il completamento delle operazioni necessarie allo split previsto entro il mese di dicembre del prossimo anno.

Lo avevamo anticipato un paio di giorni fa.
Seguendo la stessa strategia che in queste settimane ha visto Hp annunciare la separazione delle sue attività legate al mondo dei pc e delle stampanti da quelle legate al mondo enterprise, anche Symantec ha confermato i rumor e ha annunciato il prossimo split in due società distinte, ciascuna concentrate su uno specific segment di business.
L'obiettivo: massimizzare la crescita attraverso la focalizzazione.

Come anticipato, le due strutture saranno dedicate l'una alla sicurezza e l'una all'information management.

”Ciascuna delle due realtà - ha dichiarato Michael Brown, president e chief execetuive officer della società - di fatto indirizza un mercato unico. Per vincere in ciascuno dei due ambiti è necessario poter agire su line strategiche differenti, focalizzare gli investimenti, indirizzare correttamentei modelli di go to market”.
Senza contare, ha continuato il manager, l'evidente beneficio derivante dalla riduzione della complessità operativa

Il business della sicurezza ha rappresentato nell'anno fiscal 2014 un giro d'affari di 4,2 miliardi di dollari.
In questo caso, Symantec insiste su un mercato destinato a raggiungere nel 2018 un valore complessivo di 38 miliardi di dollari.
La nuova entità si occuperà di endpoint security sia in ambito consumer, sia in ambito enterprise, di gestione degli endpoint, di cifratura, di certificati SSL, autenticazione, sicurezza Web, data loss prevention, siurezza mail, web e data center, hosted security e servizi di sicurezza gestiti.

Il segmento dell'information management ha rappresentato nello scorso esercizio fiscale un giro d'affari di 2,8 miliardi di dollari e la presenza di Symantec insiste su un mercato che dagli 11 miliardi di dollari del 2013 è destinato a raggiungere i 16 miliardi di dollari nel 2018.
In questo ambito, Symantec è presente nel 75% delle aziende Fortune 500.

Lo split dovrebbe avvenire entro il mese di dicembre del prossimo anno.
A livello organizzativo, Symantec, che per questa operazione è stata seguita da JP Morgan, conferma Michael A. Brown nel ruolo di presidente e Ceo, così come Thomas Seifert resta Cfo.
La divisione che seguirà l'area information management sarà guidata da
John Gannon, già presidente e COO di Quantum, mentre Don
Rath sarà CFO.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here