Su sempliceSquare.it le fatture alla Pa si mandano in un clic

sempliceSQUARE infograficaSi configura come un vero e proprio portale per il commercio elettronico, dove i clienti possono scegliere il formato e acquistare diversi servizi iniziando a familiarizzare con la dematerializzazione dei documenti recependone i vantaggi e la facilità di azione il portale sempliceSquare messo a punto da Tesisquare e online da poco più di quattro mesi.

Obiettivo: rendere il processo di fatturazione elettronica alla Pubblica amministrazione, divenuto obbligatorio dallo scorso 31 marzo con Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014, alla portata di artigiani, commercianti, professionisti, Pmi, consulenti e commercialisti interessati a cogliere nuove opportunità di business.

Senza dover installare software dedicati o acquistare apposite licenze d’uso, per accedere ai servizi di sempliceSquare è sufficiente disporre di una casella di Posta elettronica certificata. Il servizio, disponibile anche per commercialisti e intermediari, come software house o associazioni di categoria che lo possono utilizzare per i propri clienti attraverso un comodo pannello di controllo multiutente, si occupa di convertire nel formato Xml-Pa previsto dalla legge le fatture inviate dai fornitori e di firmarle digitalmente.

Passati i controlli formali di validità, le fatture vengono automaticamente inoltrate all’Ente destinatario tramite il sistema di interscambio con la Pa, che emette a sua volta le notifiche di accettazione o meno delle fatture in carico alle diverse amministrazioni.

Il processo si completa, infine, con la conservazione digitale a norma di legge delle fatture per dieci anni, senza ulteriori costi aggiuntivi.

 

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome