Su il sipario su Windows 8

Sul palco il CEO di Microsoft, Steve Ballmer, il presidente della divisione Windows e Windows Live di Microsoft Steven Sinofsky, il vice presidente della divisione Windows Julie Larson-Green ed il responsabile hardware Mike Angiulo.

La presentazione mondiale di Windows 8 si è svolta ieri
a New York quando in Italia erano ormai le 19,30. Sul palco il CEO di
Microsoft, Steve Ballmer, il presidente della divisione Windows e
Windows Live di Microsoft Steven Sinofsky, il vice presidente della
divisione Windows Julie Larson-Green ed il responsabile hardware Mike
Angiulo. "Sono davvero emozionato", ha commentato Steve Ballmer. "Non
c'è dubbio che Windows 8 modifichi la percezione di ciò che è un
personal computer. Un unico dispositivo può unire, adesso, le migliori
qualità di un personal computer e le migliori caratteristiche
dell'esperienza d'uso offerta dai tablet
".
Ballmer ha posto
l'accento sugli obiettivi ai quali guarda Windows 8: l'unione del mondo
dei sistemi desktop con quello dei dispositivi mobili. Non è un caso che
il CEO di Microsoft abbia presentato con grande enfasi alcuni esempi di
sistemi "ibridi" che permettono opzionalmente l'utilizzo di una
tastiera di tipo tradizionale ma che supportano il multitouch e
propongono un design "di ultimo grido" (spessore ridotto al minimo e
grande usabilità).

Stranamente, tuttavia, i manager di Microsoft non sono scesi nei dettagli per ciò che riguarda Windows Store,
il nuovo negozio online che fungerà da punto di riferimento per il
download e l'installazione delle applicazioni sviluppate espressamente
per l'interfaccia "a piastrelle". Gli analisti sono sorpresi: non
si è parlato di numeri né si sono fatti esempi di applicazioni. Si è
semplicemente citata l'imminente "grande apertura" dello store.
In attesa della "prima prova su strada", permangono quindi quei dubbi
che alcuni osservatori avevano sollevato poco più di un mese fa.

Sinofsky
si è concentrato piuttosto sui numeri del sistema operativo spiegando
che Windows 7 può contare su una base di utenti vastissima (sono state
commercializzate circa 670 milioni di licenze). Partendo da questo dato,
Ballmer - a sua volta - ha fatto presente come si tratti di sistemi che
possono essere direttamente aggiornati a Windows 8.

Carolina
Milanesi, analista di Gartner, dopo aver assistito alla presentazione
Microsoft di ieri sera non ha dubbi: la società di Redmond è e resterà
legata al business del software: il tablet Surface sarebbe solamente un
veicolo di marketing per la società.

Windows 8 è disponibile anche in Italia

Da
quest'oggi 26 ottobre, Windows 8 diventa disponibile anche nel nostro
Paese. Microsoft ha infatti allestito un nuovo sito web - windows.it
- che non solo offre una serie di informazioni pratiche sul neonato
sistema operativo ma consente di acquistarne online una licenza. Come
riportato in questa pagina, il costo promozionale di una licenza di aggiornamento di Windows 8 è di 29,99 euro.
L'offerta è riservata ai possessori di una regolare licenza relativa ad
una precedente versione del sistema operativo Microsoft (è necessario
disporre di una copia di Windows XP SP3, Windows Vista o Windows 7).
L'aggiornamento
a Windows 8 fruendo del prezzo speciale di 29,99 euro (59,99 euro se si
preferisse ricevere scatola e DVD d'installazione) sarà possibile
solamente fino al 31 gennaio 2013.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here