Stampa 3D e immersive computing, l’innovazione secondo HP

Il secondo Innovation Summit annuale per l’area Emea di HP, in corso di svolgimento a Barcellona, è dedicato a stampa 3D e immersive computing, due aree di importanza critica, in grado, secondo la società, di ridefinire il mondo.

La società pone l'accento sul ruolo della stampa 3D come catalizzatore per la quarta rivoluzione industriale, oltre che sugli elementi pratici di cui sarà necessario l’allineamento per consentire alla tecnologia di rivoluzionare il settore manifatturiero globale.

HP prende anche in considerazione l’impatto futuro di queste tecnologie sulle imprese, le persone, la società e il pianeta, illustrando come ogni progresso tecnologico dovrà essere incentrato su quattro trend che stanno plasmando il mondo: urbanizzazione rapida, cambiamento demografico, accelerazione dell’innovazione e iperglobalizzazione.

Durante l'Innovation Summit di Barcellona HP ha inoltre annunciato nuove installazioni delle stampanti 3D HP Jet Fusion da parte di aziende innovative nel settore della produzione digitale come Protolabs, Materialise e ZiggZagg.

Per aiutare le imprese di tutto il mondo a sfruttare le tecnologie digitali per la quarta rivoluzione industriale, HP ha anche presentato la sua collaborazione con IAM (International Additive Manufacturing) 3D Hub ed evidenziato numerose applicazioni della stampa 3D.

Tra queste spiccano i nuovi elmi leggeri per le Guardia Svizzere del Vaticano, merchandising per PepsiCo, componenti per auto da corsa ad alte prestazioni, macchinari industriali utilizzati nella costruzione di grattacieli e dispositivi per migliorare la qualità della vita dei pazienti, per fare solo alcuni esempi.

Riguardo l'immersive computing, mercato per il quale HP propone varie soluzioni di realtà virtuale e aumentata, Superfeet e Brooks dimostrano a Barcellona come stanno sviluppando prodotti personalizzati attraverso una combinazione di tecnologie di scansione e stampa 3D.

Le aziende operano entrambe nello spazio delle calzature sportive e, grazie ai progressi del computing immersivo, ora possono realizzare scarpe da corsa su misura per i singoli corridori che utilizzano HP FitStation.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome