Home Digitale Spazi di lavoro, come cambiano sotto l’effetto del pendolo del layout

Spazi di lavoro, come cambiano sotto l’effetto del pendolo del layout

Per capire la trasformazione in atto cominciamo dal dato previsionale, fornitoci da Sergio Patano Associate Research Director di Idc: entro il 2022 il lavoro ibrido diventerà la norma, dato che oltre il 75% delle principali aziende mondiali incrementerà la spesa in modelli as a service, anche per il desktop e il workspace, in quanto avranno incorporato nell’infrastruttura aziendale anche l’home working.

E la stampa? Si continuerà a farla: per il 69% delle aziende il volume di pagine totali stampate non cambierà.

Un dato che rincuora un’azienda di stampa come Brother, che peraltro ha saputo intercettare il cambiamento per tempo, indirizzando la propria verso il cambiamento del workspace.

Il Covid ha impattato completamente (94%) sulle strategie IT in Italia: per il 61% di aziende ha rappresentato un calo, ma per il 14% un aumento. Nel 2020 è diminuita la spesa in dispositivi di stampa (-17% rispetto al 2019: da 1 miliardo a 862milioni di euro), in un mercato che per l’86% è fatto da stampanti multifunzione.

A riprova che il Covid ha impattato negativamente sulla spesa in dispositivi di stampa c’è il dato che fissa gli MFP A3 in calo del 21%: con le sedi aziendali chiuse e i dipendenti in remote working, questi dispositivi aziendali hanno patito il ritardo del replacement, adottato dalle aziende come cautela strategica. Anche gli MFP A4 sono calati, ma molto meno: dell’8%, perché state usate per home working e distanziamento sociale.

E da questo dato parte la risalita della stampa, frutto di scelte strategiche e capacità di adattamento.

Lo ha spiegato Marcello Acquaviva, president and managing director di Brother, che nelle laser A4 dal 2018 al 2020 è cresciuta del 59%, diventando il secondo player del settore, con una quota di mercato del 24%.

L’hybrid workforce, con tante persone in smart  (remote) working ha dettato un sostanziale passaggio dall’A3 all’A4, sfruttando anche un’evoluzione dell’offering da parte di aziende come Brother. E si è affermato un diverso modo di lavorare, con al centro la sicurezza e protezione dei dati personali, elementi importanti sia per chi lavora da casa, sia per chi lavora in ufficio.

Patano ha spiegato questo fenomeno come il pendolo dell’office layout, una simbologia spesso usata anche per raffigurare l’ICT nel suo ciclico, dinamico, peregrinare da modelli pivotali a decentralizzati (dal mainframe al client server, al private cloud al public cloud).

Ma in questo caso si parla di stampa: un viaggio che parte da un modello centrato sulla singola stampante da scrivania a quello con la stampante condivisa centralizzata, per poi  fareritorno dalla singola stampante, decentrata, a casa.

Stefan Dawid, Director Services & Solutions Brother, ha specificato che fra centralizzazione e decentralizzazione si è affermato il remote working, per il quale prima viene il laptop e la connessione, subito dopo la stampante, anche perché a casa si fa la Dad, per quanto alcune aziende abbiano policy al riguardo. Per applicarle serve avere macchine leggere, con tutte le funzionalità, controllabili dalle aziende.

Il servizio Brother per farlo si chiama Pagine+, una formula contrattuale con pagamento a consumo: viene addebitato solo ciò che si stampa nel mese. La soluzione all-inclusive funziona anche, a partire anche da una singola macchina, e comprende l’assistenza tecnica e la consegna di tutti i consumabili direttamente presso l’utente (ufficio o domicilio privato). L’utente non si deve preoccupare del riordino: lo fa il firmware. Cosa serve per utilizzarlo, oltre ovviamente alla stampante? Solamente una connessione in Vpn.

Leggi la nostra guida ai servizi di stampa gestita

Gianluca Paese, Product & Solutions Marketing Responsible di Brother ha ricordato che Brother ha affrontato proattivamente il new normal non solamente con i dispositivi di stampa small office, ma anche con i sistemi centralizzati e con soluzioni per la stampa in mobilità e le soluzioni di etichettatura.

Il lavoro in sicurezza è quello dove si comunica a dipendenti, collaboratori e clienti le nuove norme nell’ambiente di lavoro, evidenziandole in modo chiaro e ordinato.

Con le stampanti per etichette Brother si può creare la segnaletica utile: realizzare percorsi organizzati e definiti identificando e segnalando i potenziali pericoli; posizionare degli avvisi su vetrate, porte o accessi alle aree comuni per ricordare l’obbligo di distanziamento sociale; mettere in evidenza i dispenser di gel igienizzanti all’ingresso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php