SolidWorks 2005 si prepara alla calda estate

Nuove funzionalità e miglioramenti apportati a quelle già esistenti rappresentano le caratteristiche peculiari del software di progettazione in 3D, ormai pronto al lancio.

24 giugno 2004

Ottimismo e fiducia in sé: due concetti che trasudano dalle parole di Luca Rossettini, country manager di SolidWorks corporation southern Europe, mentre illustra le nuove caratteristiche del proprio Cad, che sarà disponibile a luglio inoltrato.


Tra caratteristiche inedite, sviluppate in seguito a specifiche richieste dei clienti, e migliorie apportate a quelle già esistenti, sono circa 250 le funzionalità che contraddistinguono Solidworks 2005, che potenzia gli strumenti di disegno e punta ad accelerare la produttività e la transizione al mondo della progettazione tridimensionale, orientandosi soprattutto ai settori machinery, degli stampi e del design.
«La nuova release- specifica Rossettini - enfatizza la nostra attenzione per il comparto meccanico e apre ulteriormente agli stampisti e ai progettisti di prodotti consumer. Crediamo, inoltre, di aver raggiunto la completezza per quanto riguarda l'ambito bidimensionale».

Ma i messaggi lanciati dal manager vanno anche in una direzione strategica e contengono asserzioni molto intense, tra cui (secondo dati pubblici ma non meglio dichiarati)il considerarsi leader nel mercato mainframe, prevalente nel mondo Cad, per le aziende produttive, e l'asserzione, (citando alcuni siti di ricerca del personale) di essere il programma più richiesto in termini di skill.

Rossettini non ha peli sulla lingua nemmeno quando dichiara di primeggiare in termini di soddisfazione da parte dei clienti, «aspetto che ci contraddistingue rispetto ai competitor», tra cui Autodesk, con Inventor, è considerato il principale, «staccato se si considera la base di installato mondiale nell'area mainframe», specifica ancora.

A voler parlar di numeri, poi, ponendosi l'obiettivo di raggiungere (a livello worlwide) il milione di posti di lavoro entro un triennio, il 2004 (giugno compreso) sta fruttando al solo mercato italiano, se si prende a paragone il corrispondente periodo dello scorso anno, una crescita del 22% nel fatturato e del 15% nelle licenze commerciali vendute.

E l'atteggiamento positivo di SolidWorks è garantito anche dal fatto di essere riuscita a far breccia nelle aziende di dimensione enterprise e dalla crescita delle richieste di certificazioni.
«Sicuramente, però - esclude Rossettini -, non compiremo, per lo meno non a breve termine, il passo di affittare le licenze».

Il momento, invece, è stato considerato opportuno per migliorare l'interfaccia utente (in linea con lo stile di Windows Xp), per dare maggiore input all'ambiente di comunicazione multitente e per dar voce alle esigenze di messa in tavola e di modellazione di parti.

Il messaggio più forte, comunque, riguarda l'impegno ad agevolare la transizione al mondo 3D.

L'offerta di DwgEditor, agganciato alle varie licenze di SolidWorks 2005, consente di modificare i file 2D Dwg nel formato originale in un'interfaccia simile a quella di AutoCad.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome