Solaris 9 sul mercato il 22 maggio

Prannunciato da tempo, sta per arrivare l’ultimo sistema operativo di Sun, che integra, fra l’altro, il Sun One Directory Server, le Api di Linux e il codice che ottimizza le performance per i sistemi basati sul processore UltraSparc III (non quelli Intel). Molta attenzione anche alla sicurezza.

Sun lancerà a breve Solaris 9. Basato sulla piattaforma di servizi Web, Sun One, il nuovo sistema operativo include oltre 300 feature per l'ampliamento della gestione, della sicurezza, delle performance e della disponibilità. Solaris 9 integra il directory server ribattezzato di recente Sun One Directory Server (precedentemente conosciuto come iPlanet), le Api di Linux e il codice che ottimizza le performance per i sistemi basati sul processore UltraSparc III, inclusi i server Sun Fire 15K e 12K, ma non le piattaforme Intel. L'aggiornamento del sistema operativo Unix include anche feature di sicurezza e partizionamento ampliate.
Con Solaris 9, alcune caratteristiche di Trusted Solaris sono state inserite nel sistema operativo generico: per gli utenti cui occorre un maggior livello di sicurezza, Trusted Solaris può essere inserito come uno strato residente sul livello più alo del sistema operativo. Sun, comunque, ha anche iniziato a portare le caratteristiche di Solaris a Linux, il che indica che la spinta della società verso il sistema open source sta diventando molto di più di una semplice trovata pubblicitaria. Il cambiamento della strategia della società è fondamentale se si conta che Sun ha sempre trattato Linux come un sistema inferiore a Solaris: per prima cosa la società ora deve tradurre tutti i propri prodotti software come la suite Sun Open Network Environment al nuovo sistema operativo. In secondo luogo, poiché Linux è molto popolare sui processori Intel, esso in futuro potrebbe usurpare il terreno dei server Sun.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome