Home Mercato Smartphone: Android non si ferma, Oppo esplode

Smartphone: Android non si ferma, Oppo esplode

Come sempre accade, l’attesa del rilascio dei nuovi modelli in arrivo in autunno finisce per condizionare, e non in senso positivo, l’andamento delle vendite di smartphone. Cosa che è accaduta anche nel secondo trimestre del 2016, secondo quanto riportano i dati di Gartner presentati nella giornata di ieri.

Complessivamente parliamo di un segmento, quello degli smartphone, che cresce del 4,3 per cento anno su anno a 344 milioni di unità, su un mercato complessivo, quello dei telefoni cellulari, che a sua volta registra invece una contrazione dello 0,5 per cento, con i feature phone che registrano un più pesante -14 per cento.

I top player del comparto smartphone

Oltre la metà del mercato è in mano ai primi 5 vendor, tre dei quali cinesi, che seguono i due top player Samsung e Apple, l’unica che, nella shortlist, rallenta rispetto al pari periodo dell’anno precedente.
In effetti Samsung, prima in classifica, passa da 72 a 76,7 milioni di unità, portando la sua share dal 21,8 al 22,3 per cento, grazie soprattutto alle vendite di Galaxy A e Galaxy J.
Huawei, che occupa la terza posizione, passa da 26,4 a 30,6 milioni di unità, con una share che raggiunge l’8,9 per cento.
Esplode Oppo, che da 8 milioni di unità del secondo trimestre 2015, supera ora i 18,4 milioni e raggiunge il 5,4 per cento di markert share, mentre Xiaomi, con 15,5 milioni di dispositivi è sostanzialmente stabile anno su anno. (ne avevamo già scritto in questo articolo)
Apple, invece, scende da 48 a 44,3 milioni di dispositivi e la sua share dal 14,6 per cento scende al di sotto del 13 per cento, con qualche difficoltà su tutti i mercati maturi e in Cina, non a caso oggetto dei nuovi investimenti annunciati in questi giorni da Tim Cook.

Piattaforme, un gioco a due

Per quanto riguarda le piattaforme, continua la crescita di Android, cui si ascrivono quasi 297 milioni di dispositivi venduti, che raggiunge una share dell’86,2 per cento.
Di iOS abbiamo già scritto, mentre si conferma il continuo declino di Windows: nel trimestre sono stata venditi 1,9 milioni di dispositivi e la share scende dal 2,5 allo 0,6 per cento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php