Home Prodotti Networking e TLC Smart working e Pmi, da Voxloud il centralino in cloud

Smart working e Pmi, da Voxloud il centralino in cloud

Abilitare con il cloud le comunicazioni per le Pmi, messe a dura prova dallo smart working: questa è la missione del centralino di Voxloud, rebranding di Voverc.

Un rebranding che nasce dalla precisa volontà, dato il particolare periodo storico, di volersi posizionare ancora di più come strumento indispensabile per tutte le Pmi italiane. Voverc, attiva nel segmento dei centralini in cloud (segmento in cui è molto attiva anche Nfon) diventa quindi Voxloud e lancia sul mercato nuovi prodotti per supportare ulteriormente le aziende che si stanno affacciando al mondo dello smart working non senza  difficoltà.

L’obbiettivo è immutato: rendere sia più accessibile economicamente che più user friendly nell’utilizzo, un simile strumento anche alle piccole Pmi che vogliono avere un profilo professionale con i propri clienti, attraverso l’uso di un centralino.
Voxloud infatti è un centralino che funziona in cloud, attivabile in 59 secondi, con una forte attenzione alla user experience in tutte le sue fasi. Rapidità, velocità, nessun montaggio richiesto da parte di un tecnico e nessuna formazione del personale necessaria per l’utilizzo. Questi i punti di forza di Voxloud e con cui affronta un mercato competitivo ma con importanti margini di crescita.

Lo attestano anche le vendite, aumentate nell’ultimo periodo del +27% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, segno che un centralino full VoIP non è più visto come qualcosa di lontano e inaccessibile quanto una proposta concreta ed efficiente da poter implementare in totale autonomia.

centralino cloud

Nuove funzionalità per potenziare l’esperienza in cloud delle PMI

Ad oggi le prime funzioni integrate nel centralino cloud di Voxloud riguardano l’integrazione dello stesso con il Crm dell’azienda e che permette quindi di avviare, eseguire e tenere traccia delle chiamate del centralino direttamente dal Crm usato. Al momento le integrazioni attualmente supportate con i più utilizzati software di Crm e marketing automation sul mercato sono: Intercom, Salesforce, Zoho, Hubspot, Keap, Zendesk e Google Contacts. Vi è inoltre la possibilità di personalizzare la coda delle chiamate, dal sottofondo musicale al messaggio inviato, oltre al poter scegliere quanto tempo mantenere una chiamata in coda e chi dovrà rispondere.
Presente poi la nuova funzione Numero Verde che permette di configurarlo autonomamente e senza costi di attivazione o costi fissi mensili, in quanto il servizio è totalmente ricaricabile direttamente dal proprio pannello di controllo. In ultimo è in fase beta la funzione di videoconferenza, che permette di poter gestire in modo autonomo le videochiamate attraverso un’interfaccia user friendly e dotando ogni utente del centralino Voxloud di una stanza virtuale dedicata, con URL condivisibile in qualsiasi momento per poter invitare i vari partecipanti.

La prossima sfida per Voxloud è rappresentata dell’apertura del canale rivenditori, come ha riferito Leonardo Coppola, co-founder della società.
Voxloud infatti ha deciso di rivolgersi al canale indiretto, dai system integrator fino ai service provider, fornendo ai rivenditori una piattaforma pronta all’uso e adattabile a qualsiasi operatore telefonico, senza necessità di investimenti in tecnologie grazie al cloud.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php