Sistemi operativi e user interface il nuovo cuore dei telefonini

L’analisi di Idc sulla chiusura del 2004 e sulle prospettive del 2005 in Europa Occidentale.

Secondo Idc, il mercato della telefonia mobile
nell'Europa Occidentale
dovrebbe crescere del 12% nel corso di
quest'anno.
Una crescita sostanzialmente stabile, che cela però un profondo
cambiamento strutturale del comparto.
Il 2005 dovrebbe infatti segnare il
decollo definitivo dei cosiddetti device convergenti e del resto tutti i più
recenti annunci in ambito Symbian, Series 60 e Windows Mobile sono lo specchio
dei forti investimenti dei produttori in questa direzione.
Ma se nel 2004 i
dispositivi con sistemi operativi evoluti hanno rappresentato solo il 4% delle
vendite complessive del comparto, il 2005 dovrebbe far registrare crescite
superiori al 70%, portando la quota di mercato oltre il 6%.
Il vero
cambiamento però, secondo Idc, è nell'atteggiamento da parte dei
consumatori.
Se ancora nel 2004 le decisioni di acquisto nascevano
sulla scorta di form factor e hardware, nel 2005 l'interesse primario degli
acquirenti si sposterà sul sistema operativo e sulla user interface, vale a dire
sulla effettiva capacità dei dispositivi di scaricare gestire e manipolare
contenuti multimediali.
Quanto alle tecnologie, esplosiva è stata la crescita
del 3G, che nel solo quarto trimestre del 2004 ha registrato un incremento
dell'850%. Una tendenza che ha comunque premiato il mondo consumer, mentre
continua a registrarsi una certa carenza di smart phone indirizzati in modo
specifico al mondo enterprise.
In ogni caso, considerando il mercato nel suo
insieme, è fuori discussione il predominio del Gprs, cui farà da contraltare il
parallelo declino del Gsm, che risente delle pressioni sia di Umts sia di
Edge.
Quanto ai fornitori, il mercato dell'Europa Occidentale resta
saldamente in mano a Nokia, che pur in netto recupero nell'ultima
parte dell'anno, complessivamente risente della crisi dei primi mesi del
2004. La società finlandese si aggiudica in ogni caso una share del 34,8%.
Il
secondo posto è di Siemens, che  sta però in questi mesi decidendo
cosa fare di un business in decisa sofferenza. Il 2004 si è comunque chiuso in
crescita, per lo meno in relazione alle unità consegnate, e la società si
aggiudica una share del 15,6%.
Terzo posto per Motorola, che nel 2004 mette a
segno una crescita superiore al 90% e porta la quota dal 7,6 al 12,1%.

Seguono poi Sony Ericsson, con una crfescita vicina al 58% e Samsung, il cui
2004 si chiude con un incremento del 40%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here