Sicuri, a 60 Gbit

3Com, con la divisione TippingPoint, aggiornerà la proposta di intrusion prevention con chassis e moduli “over-Gbit”. Per grandi imprese.

A un anno dall'acquisizione da parte di 3Com, TippingPoint pone le basi per uno chassis Ips, con relativi moduli, in grado di gestire fino a 60 Gigabit/secondo (Gbps).
La nuova soluzione di intrusion prevention (sarà disponibile per la seconda metà dell'anno), denominata TippingPoint M60, si indirizzerà a organizzazioni di dimensioni notevoli, come grandi aziende, università, enti governativi e fornitori di servizi.


Secondo 3Com, una soluzione di sicurezza di tale portata serve a rispondere alla domanda di interfacce a 10 Gigabit e di maggiore numero di porte, per consentire una segmentazione di rete superiore e un throughput più elevato.


Lo chassis TippingPoint M60 supporta interfacce a 10 Gbps ed è disponibile nelle versioni a 7, 10 e 14 slot, per contenere i nuovi moduli Ips.
Lo chassis potrà essere corredato da tre versioni di modulo Ips corrispondenti: la T5000, un modulo Ips a 5 Gbps, la T2000, un modulo IPS a 2 Gbps e la T1000, un modulo a 1 Gbps. Tutti i nuovi moduli IPS hanno 12 porte Gigabit Ethernet, in rame o in fibra ottica, e secondo la società consentono un aumento del 50% nella densità delle porte rispetto alla linea di prodotti TippingPoint preesistente.


L'evoluzione permette di avere fino ad un massimo di 144 porte Gigabit Ethernet, e di dare maggiore capacità di segmentazione della rete. I moduli si adattano anche agli Switch 8800 3Com.
Ciascun modulo Ips supporta oltre due milioni di connessioni simultanee e un milione di connessioni al secondo, con latenza da switch inferiore ai 150 microsecondi, e blocca worm, virus, Trojan, Spyware, Phishing, attacchi DoS.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here