Home Cloud Serverless computing, il cloud provider DigitalOcean acquisisce Nimbella

Serverless computing, il cloud provider DigitalOcean acquisisce Nimbella

DigitalOcean ha annunciato l’acquisizione di Nimbella, le cui competenze e tecnologie in ambito serverless completeranno le offerte Infrastructure-as-a-Service (IaaS) e Platform-as-a-Service (PaaS) dell’azienda fornitrice di soluzioni cloud.

Secondo DigitalOcean, ciò contribuirà a offrire più scelta agli sviluppatori di applicazioni, pur mantenendo la semplicità dell’esperienza del prodotto e la prevedibilità dei prezzi per cui la società punta a distinguersi.

Il serverless computing è un trend popolare nello sviluppo di applicazioni cloud – ha messo in evidenza DigitalOcean – e promette numerosi benefici agli sviluppatori e ai team che costruiscono software.

Tra questi benefici, ci sono il fatto di liberarsi dalla gestione dei server, l’opportunità di scalare in modo istantaneo e virtualmente infinito e il pagare solo per ciò che si usa.

Serverless computing DigitalOcean Nimbella

Tuttavia, secondo DigitalOcean l’adozione di tecnologie serverless può avere un prezzo: può essere più difficile adattare le applicazioni esistenti all’architettura serverless, le attuali piattaforme serverless supportano principalmente carichi di lavoro stateless, e i modelli di pricing sono difficili da capire e possono sorprendere con fatture inattese.

Ma, perché proprio Nimbella? È la stessa DigitalOcean a spiegarlo.

Nimbella ha costruito una piattaforma differenziata da zero, che non solo affronta i problemi citati, ma fornisce anche una moderna implementazione serverless basata su standard aperti e fondata su Kubernetes, nascondendo tutta la sua complessità.

Secondo DigitalOcean, Nimbella affronta le esigenze delle applicazioni event-based, di quelle long-running, dei carichi di lavoro stateful e i casi d’uso più complessi che utilizzano l’intelligenza artificiale e il machine learning.

Questo rende il serverless computing più accessibile agli sviluppatori e alle piccole imprese che creano applicazioni. Come risultato – sottolinea DigitalOcean – Nimbella è stata nominata Strong Performer nel report The Forrester Wave: Function-As-A-Service Platforms, Q1 2021.

Il team fondatore di Nimbella, Anshu Agarwal, Rodric Rabbah, ed Eric Swildens, evidenzia inoltre DigitalOcean, ha una profonda esperienza tecnica e di prodotto nella costruzione e gestione di sistemi distribuiti su larga scala. Rodric Rabbah è anche uno dei co-creatori e il principale collaboratore tecnico di Apache OpenWhisk, una piattaforma di serverless computing open source avanzata e production-ready.

Serverless computing DigitalOcean Nimbella

Questa dedizione all’open source e l’allineamento sulla semplicità sono anch’essi motivi per cui DigitalOcean ha deciso di puntare sul team e sulla tecnologia di Nimbella e di integrarli nella propria azienda.

E a proposito di questo, l’azienda ha dichiarato che, mentre lavorerà per integrare Nimbella nella piattaforma DigitalOcean, continuerà a supportare gli utenti Nimbella esistenti con correzioni di bug e aggiornamenti di sicurezza alla attuale piattaforma.

I nuovi utenti saranno in grado di accedere a queste funzionalità serverless su DigitalOcean una volta che sarà lanciata l’offerta integrata, che dovrebbe essere generalmente disponibile nella prima metà del 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php