Sempre più “Diva” sulla scena di Eicon

Per la riconquista del proprio mercato di riferimento il vendor canadese, in Italia rappresentato da 3 Continents dopo la chiusura della filiale diretta oltre un anno fa, punta sulle sue quattro linee di prodotto dedicate al mercato professional

7 agosto 2003 La cura per il “mal di mercato” della canadese Eicon Networks passa per Diva Client, Diva Server, Diva Router ed EiconCard. Quattro famiglie di prodotto che spaziano dalle schede Isdn per collegamenti remoti, Internet e fax a schede attive con processore centrale e Dsp per linee base e primarie, a router per collegamenti Isdn, Adsl e Wan a schede attive per collegamenti X.25, Frame Relay, Sdlc, Ppp ed Sna.
Soluzioni tecnologiche che il vendor, rappresentato in Italia dalla 3 Continents di Lallio (Bergamo) dopo che nel giugno dello scorso anno è stata chiusa la filiale diretta, continua a commercializzare attraverso Azlan, Opengate e Ingram Micro, ma soprattutto tramite i propri Etp (Eicon technology partner), in genere Isv (Indipendent software vendor) e system integrator che implementano le soluzioni di casa Eicon all'interno dei propri progetti.
Tra questi - ha precisato Sandro Peri, sales manager di Eicon Networks - ci sono Voxtron, NovaVox, Media-Streams, Gfi Software, Tiesse, Over e molti altri, che con le schede Eicon hanno realizzato soluzioni di Ivr, Acd e call center, ma anche di Unified Messaging, Voice Over Ip e concentratori di acquisizioni di dati Pos e bancomat. Tra i clienti che utilizzano le nostre tecnologie ci sono i Carabinieri e la Guardia di Finanza, Monte dei Paschi di Siena, Diners Club Italia ed Enel Gas”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome