Select, elite e premier le certificazioni di Veritas

Tre livelli di accesso per gli operatori interessati alle soluzioni storage per il mercato enterprise

Nuovi programmi, ma soprattutto particolare attenzione alla certificazione dei partner. Sono questi gli elementi base della strategia che Veritas Software vuole portare sul proprio canale a valore per renderlo più solido e competitivo.
Il nuovo partner program di Veritas presenta molti miglioramenti e tre livelli di accesso: Select, Elite e Premier. L'attenzione della
società è comunque orientata verso le ultime due tipologie, che devono accompagnare la penetrazione delle proprie soluzioni di storage nel mercato enterprise.
Gli impegni dei partner della società sono stati evidenziati e collegati alle loro competenze, per quelli Elite e Premier è necessario avere rispettivamente almeno 2 o 4 ruoli certificati, la disponibilità del 50 o del 75% del personale competente (compresa la parte commerciale) e un fatturato minimo di 250 mila o 500 mila dollari da realizzare. Veritas in cambio ha potenziato il supporto tecnico su vari livelli, ha allestito un sito Web interamente dedicato ai partner e ha riordinato il programma di certificazione introducendo due filoni specialistici (data-avalaibility e data-protection) e aggiungendo nuovi strumenti (dai cd di training ai nuovi test per verificare la conoscenza dei partner sui software dell'offerta Veritas).
Il programma che ha valenza mondiale, ma è già stato sperimentato negli Usa, in Italia potrà godere di forme di personalizzazione, tra cui la possibilità di partecipare ai corsi di certificazione senza doversi recare in Inghilterra. Secondo Bernardo Palandrani, channel account manager di Veritas Italia, gli attuali 20 partner già attivi nelle due categorie esaminate dovrebbero diventare 50 entro il 2002.
“L'attenzione è concentrata su system integrator e Var di fascia alta - precisa Palandrani - , che possono sfruttare al meglio le caratteristiche d'interoperabilità del software di Veritas e partecipare a più gare di appalto, mantenendo un elevato grado di competitività sul mercato”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here