Sco aggiorna Tarantella

L’ultima versione di Tarantella consentirà, secondo Sco, di rilasciare e gestire un maggior numero di applicazioni da un più alto numero di server rispetto agli prodotti middleware oggi disponibili. Denominato Tarantella Enterprise II, l’ …

L'ultima versione di Tarantella consentirà, secondo Sco, di rilasciare e
gestire un maggior numero di applicazioni da un più alto numero di server
rispetto agli prodotti middleware oggi disponibili. Denominato Tarantella
Enterprise II, l'application broker consente alle aziende di accedere a un
mix di servizi e dati aziendali, supportando la connettività diretta con l
e
applicazioni Windows da client Microsoft e non. L'accesso può avvenire da
locazioni diverse, anche usando dispositivi Web personalizzati. L'ultimo
Tarantella integra il Remote Desktop Protocol (Rdp) di Microsoft, che
fornisce accesso diretto alle applicazioni su Windows 2000 e Nt 4.0
Terminal Server Edition. é stato integrato, inoltre, un Adaptive Internet
Protocol (Aip), per ogni genere di traffico, che consente di adattare le
prestazioni al tipo di carico sulla rete.
Il prodotto si indirizza alle grandi aziende, con centinaia o migliaia di
utenti, ma già nel primo trimestre del prossimo anno è prevista una
versione per le piccole e medie aziende, capace di cogliere le opportunità
che stanno nascendo con l'affermarsi degli Application service provider.
Appare sempre più chiaro che Tarantella rappresenta un'alternativa a Citri
x
Metaframe, tant'è vero che Sco intende lanciare un programma di migrazione
per gli utenti del concorrente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here